“Misure per rimettere in moto il Paese”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dl rilancio, Gualtieri: Misure per rimettere in moto il Paese

”Sostenere l’Italia in questa fase difficile è l’obiettivo del decreto rilancio. Per questo, non solo abbiamo rafforzato e prolungato molti interventi del Cura Italia, ma abbiamo introdotto nuove ed efficaci misure per rimettere in moto il Paese. Lo sguardo rivolto al futuro”. Lo scrive il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, su Twitter.

Il decreto legge rilancio vale 155 miliardi, secondo quanto si legge nello schema che accompagna la dichiarazione di Gualtieri. ”Risorse imponenti per sostenere il lavoro e l’impresa, le famiglie, la sanità, la scuola e l’università. Ora massimo impegno per far arrivare subito le risorse e rilanciare insieme il Paese”, scrive il ministro.


Nell’elenco delle misure inserite nel provvedimento si ricorda: 3.500 posti aggiuntivi in terapia intensiva; 5,5 miliardi per salute e sicurezza; fondo di 3,9 miliardi in favore dei comuni, province e città metropolitane; 3 miliardi per turismo e cultura; 1,45 miliardi e 16.000 nuove assunzioni per la scuola; 1,4 miliardi per l’università e la ricerca; eliminata l’Iva sulle mascherine per il 2020.

Seguono gli interventi per singolo settore, a partire dagli ammortizzatori sociali che vengono rifinanziati per: il bonus per gli autonomi e le partite iva che sale fino a 1.000 euro; il reddito di emergenza per le famiglie in difficoltà, l’indennizzo per colf e badanti; proroga di 2 mesi della Naspi in scadenza; sospensione dei licenziamenti.

Per le imprese si interviene con un pacchetto di interventi che comprende: il pagamento dei debiti della pubblica amministrazione per 12 miliardi di euro; i ristori alle piccole imprese per 6,2 miliardi di euro; la cancellazione della rata irap di giugno per 3,9 miliardi di euro; i contributi per gli affitti e le bollette; il sostegno fiscale alla ricapitalizzazione; le garanzie statali sulle perdite.

Nel pacchetto delle misure fiscali si parte con la cancellazione della clausole di salvaguardia, evitando così l’aumento dell’iva. Sono previsti inoltre: 2 miliardi per l’adeguamento degli ambienti di lavoro; la proroga delle sospensioni dei versamenti fino a settembre; la sospensione dei pignoramenti; lo sconto sulla tassa di occupazione del suolo pubblico; l’ecobonus e sismabonus al 110%.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.