Nicosia, approvato dal consiglio comunale il bilancio di previsione 2022-2023-2024

Condividi l'articolo su:

Il 24 giugno il consiglio comunale ha approvato il bilancio di previsione per il triennio 2022-2023-2024. Hanno votato contro i tre consiglieri di minoranza del PD. Lo schema di bilancio era stato approvato in giunta ed in seconda commissione ed aveva ricevuto il parere favorevole da parte del collegio dei revisori dei conti.

Le prime cifre che si notano in questo bilancio riguardano le entrate tributarie. Soffermandosi sulle tasse comunali solo nel 2022, per la nuova Imu sono previste entrate per 2.029.000 euro, in linea con l’anno precedente. Gettito uguale previsto sia per il 2023 che per il 2024. Per la Tari il gettito del 2022 sarà di 1.895.799 euro. Per il Canone unico patrimoniale che sostituisce la Tosap è previsto un gettito di 100.000 euro per il 2022, lo stesso gettito è previsto per il 2023 e 2024. In totale nel 2022 si prevedono entrate tributarie per 6.504.007,65 euro.

Altre cifre evidenziate son quelle che riguardano i debiti fuori bilancio che ammontano a 114.546,36 euro.

Altre voci di bilancio riguardano i servizi a domanda individuale, ovvero l’asilo nido che ha un costo di 61.354,28 euro l’anno, la refezione scolastica al costo annuo di 128.000 euro e gli impianti sportivi che costano annualmente 6.333 euro. Per un totale di 255.105,34 euro. Su questi servizi sono previsti proventi per 108.803,20, che coprono il 42,65% dei costi.

Rilevante la spesa che riguarda il personale comunale che nel 2022 sarà di 3.926.850,47 euro.

Il fondo cassa ad inizio 2022 ammontava a 11.166.806,91 euro. Per il 2022 sono previste entrate complessive per 67.214.068,12 euro a fronte di 57.831.375,84 euro di uscite, per cui il fondo di cassa finale presunto a fine 2022 sarà di 9.382.692,28 euro.

 


Condividi l'articolo su: