Nicosia, approvato dall’amministrazione comunale il progetto per la fornitura di attrezzature e strumentazioni per la nuova biblioteca comunale ed il polo della cultura

Condividi l'articolo su:

ARTICOLO PUBBLICATO IL 27 Agosto 2021

Nel mese di ottobre 2020 l’attuale amministrazione comunale di Nicosia ha destinato il primo piano dell’ex Palazzo di Giustizia di Nicosia a sede della nuova Biblioteca Comunale e del Polo Culturale, con l’intento di offrire alla città una funzione socio-culturale di cui si avverte un concreto bisogno. Si è disposto di conseguenza di trasferire i locali dell’attuale Biblioteca Comunale, ospitata infelicemente nell’ultimo piano seminterrato dell’ex Palazzo di Giustizia.

Le attrezzature, attualmente a disposizione, sono inadeguate e non aderenti agli standard per l’offerta di un servizio pubblico e pertanto, occorre provvedere oltre alla sistemazione dei locali anche all’acquisto dei beni strumentali necessari ad arredare e rendere funzionali i locali secondo gli standard.

L’amministrazione comunale ha dato incarico all’ufficio Tecnico Comunale di predisporre un apposito progetto per la fornitura di nuovi arredi, allestimenti espositivi, attrezzature informatiche e strumentazioni per partecipare all’avviso pubblico emanato dal segretario generale del Ministero della Cultura per la selezione dei progetti da finanziare con le risorse previste dal decreto ministeriale del 30 novembre 2020, finalizzato a sostenere investimenti e altri interventi per la tutela, la conservazione, il restauro, la fruizione, la valorizzazione e la digitalizzazione del patrimonio culturale materiale e immateriale ai sensi della normativa vigente.

Il Comune di Nicosia il 27 agosto ha presentato la domanda di contributo come soggetto proponente”, ovvero che presenta l’intervento e lo realizza in proprio; fra le spese ammissibili al contributo sono previste quelle riguardanti l’acquisto di beni strumentali, servizi al fine della tutela, conservazione, restauro, fruizione, valorizzazione e digitalizzazione del patrimonio culturale materiale e del patrimonio demo-etno-antropologico ed immateriale e, fra esse, le spese per indennità e contributi dovuti ad Enti pubblici e privati come per legge (permessi, concessioni, autorizzazioni finalizzate all’esecuzione delle opere), imprevisti (se inclusi nel quadro economico), spese tecniche di progettazione, direzione lavori, collaudi e coordinamento sicurezza, spese per pubblicità del bando di gara, commissioni, IVA ed oneri contributivi obbligatori, spese per commissioni giudicatrici, spese per comunicazione.

Per concorrere all’avviso pubblico occorre provvedere alla programmazione per l’acquisizione e fornitura di arredi, allestimenti espositivi, attrezzature informatiche e strumentazioni da destinare alla nuova Biblioteca Comunale e al Polo Culturale nonché alla redazione di un piano di strategia di promozione del programma, supportata da un dettagliato piano di comunicazione, trattandosi di intervento riguardante la fruizione e valorizzazione del patrimonio librario (tra cui un prestigioso Fondo Antico) del Comune di Nicosia. Per questo scopo l’amministrazione Comunale ha dato incarico all’ufficio Tecnico Comunale di predisporre un apposito elenco dettagliato dei beni strumentali oggetto della fornitura, necessari a arredare e rendere funzionali i locali, secondo gli standard, alla nuova destinazione, ai fini della tutela, conservazione, restauro, fruizione, promozione, valorizzazione e digitalizzazione del patrimonio culturale materiale librario della Biblioteca Comunale comprendente anche il pregevole Fondo Antico.

L’ufficio tecnico ha redatto un progetto con l’elenco delle attrezzature e strumentazioni necessarie, la nuova Biblioteca Comunale ed i Polo Culturale avranno all’interno le seguenti aree attrezzate: antiquarium, sala espositiva, biblioteca, laboratorio di restauro del libro, sala conferenze, sala riunioni, deposito biblioteca, caffè letterario, laboratorio di digitalizzazione, ufficio, deposito sala espositiva e reception. L’importo previsto dal progetto redatto dall’architetto Salvatore Farinella dell’ufficio Tecnico Comunale di Nicosia è di 500.000 euro.

 


Condividi l'articolo su:

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it