Nicosia, assolti due nicosiani accusati di furto d’acqua

Condividi l'articolo su:

Sono stati assolti in primo grado, dal giudice del Tribunale di Enna, Francesco Paolo Pitarresi, i due nicosiani accusati di allaccio fraudolento alla rete idrica pubblica.

E’ stata accolta dal giudice, la tesi del difensore, l’avvocato Filippo Giacobbe, che ha brillantemente dimostrato come le indagini della Procura di Enna fossero errate.

I due nicosiani nell’agosto 2017 erano stati denunciati a piede libero dopo le indagini eseguite dalle forze dell’ordine, che avevano trovato sul terreno di loro proprietà un allaccio abusivo costituito da un collare di presa in politilene installato sulla condotta idrica, dal quale fuoriusciva un tubo in plastica, che tramite una giuntura collegava l’appresamento verso alcune abitazioni private.

L’avvocato Filippo Giacobbe ha svolto le proprie indagini dalle quali è emerso che il tubo in plastica era presente nel terreno da diverso tempo, a seguito di un distacco avvenuto molti anni prima.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *