Nicosia, emozionante il percorso artistico “Insieme contro la violenza sulle donne” a cura della FIDAPA

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Una serata intensa, ricca di emozioni, quella che ha regalato la F.I.D.A.P.A. sezione di Nicosia presieduta  da Patrizia Castrogiovannicon l’evento 2019,  patrocinato dal Comune di Nicosia, dedicato alla lotta contro la violenza sulle donne.

Quest’anno il distretto della “Federazione Italiana Donne Arte Professioni Affari” ha  proposto “Insieme contro la violenza sulle donne“.

A Nicosia, il tragitto itinerante è partito intorno alle ore 18.00 da Piazza Marconi con due esibizioni  della Accademia Musicale “All Music” e  dell’Associazione Culturale Musicale di Agira “Ritmo Libero” dirette  da  Ilenia Faro ed una piccola introduzione della presidente Patrizia Castrogiovanni.

Quindi, il percorso artistico ha condotto nell’androne del Palazzo Speciale di Manlia dove gli attori Stefania Catania e Tiziano Burrafato hanno intrattenuto i presenti con una simpatica rappresentazione, molto apprezzata dal pubblico,  capace di sottolineare con un sorriso il rapporto a volte conflittuale tra uomo e donna.

Successivamente il pubblico intervenuto è stato invitato a procedere in corteo sino al Sagrato della Chiesa di San Calogero dove ha potuto assistere ad altre esibizioni canore.

Presso il Palazzo Cirino, una coppia di ballerini della Scuola Kyria Danza, avvalendosi di colori per il corpo, ha regalato una suggestiva atmosfera, seguendo il filo conduttore dettato dal rapporto tra i generi.

Nell’androne del Palazzo di Città, dopo una esibizione canora di Ilenia Faro, la presidente Patrizia Castrogiovanni ha presentato quale premessa fondamentale per affermare la tutela dei diritti delle donne la  “Carta dei diritti della bambina”, adottata recentemente nel mese di ottobre dal Comune di Nicosia attraverso una delibera del consiglio comunale. La carta semplicemente sancisce il diritto che ogni bambina ha di essere protetta e trattata con giustizia in ogni ambito in cui vive e a ricevere una idonea istruzione che la prepari ad essere una cittadina consapevole.

Infine, la  neuropsichiatra infantile Maria Assunta Spinelli, partendo proprio dalla Carta sui diritti della bambina, ha offerto un interessante spunto di riflessione sulla parità di genere:

“L’evento del 23 novembre è posto simbolicamente a metà tra la giornata mondiale dei diritti dell’infanzia del 20 novembre e il 25 novembre,  che appunto è la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne. La violenza sulla donna è una violazione dei diritti umani ed è una forma gravissima di discriminazione. Se è vero che i diritti per l’infanzia vengono violati, quelli delle donne vengono violati di più! Le pari opportunità non dovrebbero essere date in uscita, ma in entrata. E’ nell’infanzia, infatti,  che si devono costruire i diritti, è nell’infanzia che si deve costruire la pari opportunità! Il pregiudizio agisce sulla discriminazione in termini di ostacolo alla parità di genere, ma agisce anche sulla violenza, perchè delegittima la donna, togliendole il potere decisionale. Oggi si sente dire che per superare la violenza di genere bisogna avere un trinomio costituito da sicurezza, prudenza delle donne e legislazione che introduca sanzioni più stringenti. Ma la prima e più importante cosa su cui lavorare è la prevenzione e la prevenzione passa attraverso la formazione e l’educazione”.

Durante la serata si è accennato anche alle spose bambine, con una emozionate rappresentazione.  Sempre originali ed intensi, anche in questa occasione i contributi offerti dall’associazione “Dacosa Nascecosa“, che ha saputo rappresentare  come una giornata nata come uguale a molte altre per donne di varia posizione sociale e ruolo lavorativo può trasformarsi in violenza che segna il resto della vita o peggio ancora nella morte.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Maria Teresa La Via

Maria Teresa La Via, giornalista nata a Nicosia, attuale direttore di TeleNicosia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: