Nicosia, grande partecipazione di studenti per il “Fridays for Future” in favore dell’ambiente – FOTO & VIDEO

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il 27 settembre è il giorno della grande manifestazione mondiale in favore dell’ambiente, che ha avuto anche a Nicosia un notevole risalto ed una grande partecipazione di studenti con oltre 1.500 presenze provenienti da tutte le scuole medie e superiori, studenti scesi in piazza per il “Fridays for Future”.

Sono oltre 180 le città italiane in cui le piazze si animano per i Fridays for Future, con eventi organizzati dalla sezione italiana del movimento di Greta Thunberg. L’Italia ha aderito alla Settimana per il clima, ma mentre nella maggior parte degli altri Paesi le manifestazioni si sono svolte venerdì 20 settembre, da noi la mobilitazione chiude la settimana di sensibilizzazione ai problemi dell’ambiente. Si tratta del terzo sciopero globale (dopo quelli del 15 marzo e del 24 maggio), realizzato per chiedere l’abbandono delle fonti di energia fossili e giustizia climatica per i popoli di tutto il mondo. Allo sciopero hanno aderito numerosi sindacati e anche il ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, ha invitato tramite una circolare i dirigenti scolastici a considerare giustificate le assenze degli studenti che partecipano alle manifestazioni.

Così come nel resto d’Italia anche gli studenti ed i docenti di Nicosia sono scesi in strada a richiamare l’indifferenza della politica rispetto all’emergenza climatica. La richiesta principale dei giovani che scendono in piazza, sul modello di quanto ha fatto Greta Thunberg, è infatti che i governi facciano della lotta al cambiamento climatico il fulcro della loro azione politica.

Felicemente colorato e chiassoso il corteo è stato coordinato a Nicosia dal Movimento per la Difesa dei Territori, presieduto da Fabio Bruno, da sempre sensibile alle tematiche ambientaliste. Il corteo è partito da piazza Garibaldi ed in mondo pacifico ha attraversato le vie del centro storico di Nicosia, accompagnato da canti, fischietti e slogan. Tra gli studenti hanno sfilato anche i componenti della giunta comunale di Nicosia e qualche consigliere comunale.

Il lungo corteo ha fatto una breve sosta a Santa Maria di Gesù e poi a ritroso è ritornato in piazza Garibaldi.

La manifestazione ecologica è continuata anche dopo la fine del corteo. I ragazzi degli Istituti superiori Alessandro Volta e Fratelli Testa, hanno dato il buon esempio, ripulendo una parte delle strade vicino alle loro suole e riempiendo i sacchi di spazzatura con sfalci d’erba, bottiglie di plastica, cartacce, concludendo questa giornata nel miglior modo possibile.

Se ne facciano una ragione i soliti soloni seduti sui loro divani a sputar rabbia repressa dietro un pc o uno smartphone, i giovani hanno capito perfettamente l’importanza di questa giornata ed il suo simbolo. Probabilmente alcuni di questi vecchi tromboni della vecchia politica che per anni hanno mangiato alle nostre spalle ed hanno favorito certe politiche distruttive, proprio non riescono a recepire questi messaggi, chiusi dentro il loro livore e l’odio che li contraddistingue, consapevoli forse di un mondo che li ha ormai sorpassati e messi definitivamente in un piccolo angolo.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: