Nicosia, iniziato l’iter per il gemellaggio tra la Coorte del BenEEssere Valdemone e il Comune di Roma

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Con la visita a Nicosia e Troina del funzionario dell’assessorato all’Ambiente del Comune di Roma, Marco Lombardi, è iniziato l’iter che porterà al gemellaggio tra la Coorte del BenEEssere Valdemone e Roma Capitale.

L’Azienda temporanea di scopo (Ats) Coorte del BenEEssere Valdemone, costituita dai Comuni di Capizzi e Troina e dall’Azienda Speciale Silvo Pastorale di Nicosia ha proposto al sindaco di Roma, un gemellaggio per la costituzione di una comune Coorte del BenEEssere, volta alla valorizzazione e tutela della biodiversità, dei prodotti agroalimentari di qualità e dei beni ambientali.

Presente all’incontro che si è tenuto nella mattina del 9 ottobre, presso il palazzo comunale di Nicosia, il funzionario Marco Lombardi, accompagnato dall’avvocato Nino Mancuso della Coorte del BenEEssere Valdemone, il sindaco di Nicosia Luigi Bonelli ed il consiglio d’amministrazione dell’Azienda Speciale Silvo Pastorale di Nicosia presieduta da Lino Di Franco con i consiglieri Santina Lo Votrico ed Elisa Romano.

Il gemellaggio tra il Comune di Roma e la BenEEssere Valdemone dovrebbe definirsi intorno al 6-7 novemnbre. Nell’immediato questo gemellaggio porterà nel 2021 all’organizzazione a Roma di una manifestazione con degustazione del celebre grano duro interale bulgur. Successivamente si organizzerà, sempre nella capitale, un convegno per far conoscere i grani antichi e soprattutto la loro valenza salutistica nella dieta mediterranea.

Si apre in questo modo un grande opportunità di crescita economica e valorizzazione di prodotti nella capitale, una vetrina unica che permetterà ai nostri produttori di espandersi verso nuovi mercati.

Una prima sperimentazione è stata portata avanti con il Gruppo Agroalimentare italiano (Gai), partner dell’attuale Coorte del BenEEssere Valdemone, che ha concluso di recente un protocollo d’intesa con l’azienda agricola pubblica Castel di Guido, una partecipata del Comune di Roma, una partnership che avrà sicuri risvolti positivi e ricadute anche nel nostro territorio, attraverso lo sfruttamento dei grani antichi, così come è previsto dall’accordo. Il grano dell’azienda Castel di Guido è fatto con i semi del Gai, parte per Troina dove viene trasformato, per poi tornare a Roma come farina, pasta e bulgur ed utilizzato nelle mense scolastiche romane. Sono stati seminati sementi di grani duri in 70 ettari di terreno ricavando circa 650 quintali di grano, 230 di questi sono rimasti a Troina. Con la possibilità di aprire nuovi mercati soprattutto a Roma, questo accordo dovrebbe far ampliare la domanda per la produzione di grani antichi.

Fin dal 2015 con il celebre Expo di Milano, la Coorte del BenEEssere Valdemone si è messa in evidenza per proporre “stili di vita” particolari e tendenti alla salute prevenendo i rischi di malattie, attraverso una sana alimentazione con prodotti tipici provenienti dal territorio dei Comuni che aderiscono all’attuale Ats, valorizzando in questo modo la vocazione agricola delle nostre zone.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it