Nicosia, Interessante dibattito su tematiche ambientali con il deputato ARS Giampiero Trizzino – Video

Condividi l'articolo su:

 

Nel pomeriggio dell’ultimo sabato di novembre, si è tenuto a Nicosia un incontro con il deputato dell’Assemblea Regionale Siciliana Giampiero Trizzino, su tematiche ambientali, organizzato dagli attivisti nicosiani del Movimento 5 Stelle.

Trizzino è un avvocato ed un consulente ambientale, si è laureato con una tesi sulla “Tutela del paesaggio”, ha acquisito il titolo di “Esperto in diritto dell’ambiente” completando due Master universitari di II livello: il primo in “Diritto dell’ambiente” ed il secondo in “Gestione dei sistemi ambientali”, presentando rispettivamente una tesi sulle “Fonti energetiche rinnovabili” ed un’altra sulla “Pianificazione paesaggistica”. All’Università di Milano ha conseguito anche  il titolo di Dottore di ricerca in “Diritto pubblico dell’economia”, discutendo un progetto sulla “Gestione integrata dei rifiuti”.

Il meeting è avvenuto nei locali del Bar La Piazzetta, presso il Largo Duomo, ed è stato moderato dall’attivista Peppe Trapani, organizer pro tempore del  MeetUp Nicosia 5 Stelle.

E’ intervenuto, ed ha introdotto il deputato regionale, il senatore Fabrizio Trentacoste. Sarebbero dovuti essere presenti anche il deputato Andrea Giarrizzo e la deputata all’ARS Elena Pagana, che tra l’altro ha proposto al gruppo locale  l’evento con Trizzino, ma che per problemi personali  non hanno potuto partecipare.

Dopo un primo incontro con il senatore Santillo,  candidato alla figura di facilitatore per le infrastrutture, il gruppo di pentastellati locali torna, quindi, a parlare della nuova organizzazione del Movimento 5 Stelle, che a breve gli attivisti saranno chiamati a definire con voto sulla piattaforma Rousseau e che prevederà 12 figure di “facilitatori”, i quali a titolo gratuito si occuperanno di determinate tematiche, avvalendosi di un team (il cd “Team del futuro”) costituito da “portavoce”, cioè cittadini eletti, ed esperti. Giampiero Trizzino sarà, appunto, uno dei candidati alla figura di facilitatore sul tema “Ambiente” e se verrà scelto si avvarrà della squadra  “Green Team”, che vedrà, accanto al facilitatore: la deputata Federica Daga, componente della Commissione “Ambiente, territorio e lavori pubblici”, riconosciuta riferimento nazionale per il M5S in tema di “acqua pubblica”; il consigliere regionale della Lombardia, Massimo De Rosa, laureato in Scienze e tecnologie ambientali, membro dell’Ufficio di Presidenza della Commissione d’inchiesta sul sistema di gestione dei rifiuti in Lombardia, promotore di iniziative legislative per la tutela del paesaggio, per il contenimento del consumo del suolo, per la bioedilizia, per la prevenzione e la protezione dalle diverse forme di inquinamento, per l’incentivazione di opere finalizzate al recupero delle acque meteoriche; l’avvocato Carmela Auriemma, Consigliere comunale di Acerra e Presidente della Commissione consiliare di vigilanza, membro del Collegio difensivo del ricorso amministrativo per l’annullamento dell’art. 35 del Decreto “Sblocca Italia” per la costruzione di otto inceneritori; Alberto Zolezzi, Medico pneumologo e Deputato della Camera, specializzato in malattie respiratorie, patologie da amianto, da inquinamento atmosferico e delle falde acquifere; Annalisa Gussoni, Biologa e Consulente ambientale, che ha lavorato per dodici anni presso il settore “Politiche ambientali” del Comune di Milano, prima come dirigente e poi come direttore, dove ha partecipato ai più importanti progetti in campo ambientale; Antonio Trevisi, energy manager dell’Università del Salento, esperto in pianificazione energetica, che nel corso del suo mandato da Consigliere regionale è stato autore di numerose proposte in tema di sostenibilità ambientale, convertite in legge, tra le quali “Reddito energetico”, “Politiche di mitigazione ed adattamento ai cambiamenti climatici”, “Mobilità sostenibile” ed “Economia circolare”; Vincenzo Viglione, Ingegnere civile e Consigliere regionale della Campania, che ha promosso  iniziative in materia di contenimento del consumo di suolo, perequazione urbanistica, decoro urbano e bonifica delle aree urbane inquinate.

Presente il sindaco Luigi Bonelli,  che è intervenuto per un saluto iniziale, con il quale ha  ringraziato gli esponenti del M5S per l’assidua presenza sul territorio, cogliendo l’occasione per riassumere gli sforzi già sostenuti dalla sua amministrazione relativamente all’avvio della raccolta differenziata a Nicosia ed in generale per il programma sviluppato  in tema ambientale.

Presenti anche l’assessore al turismo, ex presidente della Silvo Pastorale, Daniele Pidone, l’attuale  direttore tecnico della Silvo Pastorale Michele Stazzone e Nanzo Zappia, assessore che ha seguito da vicino la raccolta differenziata a Nicosia e in generale le diverse tematiche ambientali.

Sicuramente interessante soprattutto il dibattito conclusivo, che ha dato voce a tutti i presenti che hanno chiesto di esprimersi, indipendentemente dal colore politico.

Durante la serata si è fatto un punto sulla situazione del catasto amianto, sulla tecnologia 5 G e per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti soprattutto sul risparmio pro capite che dovrebbe registrarsi grazie alla raccolta differenziata.

Si è parlato anche di valorizzazione dei centri storici e nello specifico di gravi problemi ambientali di Nicosia, come della discarica che aspetta il risanamento e del depuratore delle acque.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: