Nicosia, presentati dal consigliere Filippo Giacobbe alcuni emendamenti alle variazioni di bilancio

Condividi l'articolo su:

ARTICOLO PUBBLICATO IL 28 Novembre 2021

Il 25 novembre è stato convocato in seduta urgente il consiglio comunale di Nicosia per approva alcune variazioni al bilancio di previsione 2020-2022 e una variazione tecnica al Piano economico finanziario sulla gestione rifiuti.

Sostanzialmente si è trattato di alcune variazioni tecniche che non hanno inficiato gli equilibri economici del bilancio e lo stesso PEF non ha subito alcuna variazione ne in aumento ne in diminuzione.

Sulle variazioni al bilancio, il consigliere comunale di minoranza Filippo Giacobbe è stato l’unico tra i consiglieri a presentare alcune proposte sostanziali che di fatto non alteravano gli equilibri di bilancio, ma spostavano alcuni fondi da un capitolo ad un altro.

Una proposta riguardava l’apertura di un capitolo di spesa da 20.000 euro da destinare ai nuovi nati a Nicosia nell’anno 2021.

Un’altra proposta riguardava l’apertura di un altro capitolo di spesa da 3.871,51 euro da destinare alle famiglie con un reddito inferiore ai 7.000 euro, per l’acquisto di libri agli alunni delle scuole elementari e medie di Nicosia.

Un altro emendamento prevedeva l’aumento di 1.000 euro del capitolo di spesa per feste nazionali e religiose, da destinare per la festività del terzo venerdì di N novembre in cui si celebra il miracolo del Padre della Misericordia nella basilica di Santa Maria Maggiore.

L’ultima proposta riguardava l’apertura di un nuovo capitolo di spesa da 10.000 euro per l’acquisto di pacchi dono per Natale da destinare a famiglie ed utenti svantaggiati.

Tutti gli emendamenti, nonostante i pareri favorevoli ed il rispetto degli equilibri contabili, sono stati bocciati dai consiglieri di maggioranza. Quelli che riguardano i contributi per i nuovi nati e l’acquisto di libri comporterebbero lo studio e l’emissione di avvisi e bandi pubblici entro dicembre, un mese nel quale l’ufficio preposto, già a corto di personale ed oberato di lavoro, dovrebbe istruire tutte le pratiche, ma per il quale non c’è il tempo tecnico necessario. Per i pacchi dono per quanto a riferito il sindaco sono stati già previsti in bilancio degli interventi per i più poveri. Mentre per il contributo per la festa del Terzo Venerdì, l’assessore Castrogiovanni ha chiesto al consiglio comunale di mantenere gli stanziamenti proposti poiché quest’anno le celebrazioni si sono svolte sotto tono a causa del Covid.

 


Condividi l'articolo su:

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it