Nicosia, presentato il progetto “Studio medico solidale” – VIDEO

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Il 29 febbraio, presso l’aula consiliare del palazzo di Città di Piazza Garibaldi è stato presentato il progetto “Studio Medico Solidale“, che offre una valida possibilità a chi ha necessità di un consulto medico specialistico, ma economicamente ha difficoltà. Inoltre, questo progetto è utile pure per ovviare le lunghe liste d’attesa.

La crisi economica,  che sta attraversando il nostro paese da molti anni, ha fatto crescere la domanda d’assistenza sociale e socio-sanitaria, a cui non sempre il SSN riesce a dare  risposte tempestive.

Le emergenze sanitarie penalizzano prevalentemente proprio la fascia della popolazione che avrebbe bisogno di maggior tutela, perchè a causa della propria condizione socio-economica non può rivolgersi al sistema sanitario privato.

Al fine di intercettare il bisogno di categorie di cittadini più in difficoltà, l’ “Associazione Medicina Solidale“, regolarmente iscritta nel registro del terzo settore,  ha attivato lo “Studio Medico Solidale”, che fornirà gratuitamente interventi diagnostici a basso impatto sanitario di primo livello e consulti medici  specializzati e terapeutici.

Il progetto è stato realizzato da medici professionisti ed infermieri volontari dell’Associazione Medicina Solidale, i quali appunto hanno dato la propria disponibilità a svolgere gratuitamente  il servizio.

Per la gestione operativa, lo Studio Medico Solidale si avvarrà del supporto dell’Avis e della CRI, presieduta dall’ing. Francesco Miritello, disposta ad accompagnare gratuitamente sino all’ambulatorio le persone sole ed i pazienti con ridotta capacità di mobilità.

Tra le specialità erogate dallo Studio medico Solidale ci sarà la cardiologia a cura del dott. Antonio Casale, la chirurgia a cura del dott. Alberto Murè, la ginecologia a cura della dott.ssa Enza Tommasi, la medicina interna a cura del dott. Carmelo Notarigo, la neurologia a cura del dott. Lino Palazzo, l’ortopedia a cura del dott Carlo Sirna, l’otorinolaringoiatria a cura del dott. Alberto Murè e la neuropsichiatria infantile a cura della dott.ssa Maria Assunta Spinelli.

Tra i soci fondatori oltre ai dottori sono pure presenti gli infermieri Giuseppe Billone, Maria Piluso e Salvatore Tamburello.

La presentazione del progetto è stata moderata dal dott. Lino Palazzo.

Per primo è intervenuto il dott. Antonio Casale, presidente dell’Associazione Medicina Solidale, che ha illustrato le finalità e la struttura dell’iniziativa.

<<Dopo aver assistito per decenni alla demolizione dello stato sociale – ha detto –  si cerca ora di porre rimedio individuando nuove forme di assistenza>>

Il dottore ha espresso la gioia per essere riuscito ad istituire l’ambulatorio solidale, che ha lo scopo di garantire prestazioni specialistiche gratuite a persone disagiate, ad anziani e a stranieri presenti sul territorio di Nicosia, Villadoro e Sperlinga. Ha ricordato che il servizio gratuito non intende sostituirsi alle istituzioni sanitarie, che hanno l’oblligo di assicurare e garantire l’assistenza a tutti i cittadini ma vuole invece offrire solamente un esempio di solidarietà nei confronti della comunità.

Un ringraziamento  particolare è stato indirizzato al geometra Paolo Gurgone, che ha messo a disposizione  la sede e il personale dell’Avis. Quindi lo Studio Medico Solidale si troverà presso la sede dell’Avis.

Il dott. Casale ha sottolineato, altresì, che l’associazione rimane aperta a tutti coloro i quali, per senso di solidarietà,  vorranno unirsi nell’espletamento del servizio gratuito ai soci fondatori, volontari che  hanno già dato disponibilità. Sia singole persone che associazioni possono contribuire per aumentare le possibilità di operatività dello Studio Medico Solidale. Si spera di coinvolgere le diverse caritas,  i medici di famiglia, che sono proprio coloro i quali conoscono i bisogni sanitari  dei pazienti e le loro condizioni economiche, e le farmacie aderenti al Farma-CUP.

Presente anche il vescovo della diocesi di Nicosia, S.E. Mons Salvatore Muratore, che sempre dimostra  vicinanza fraterna ai bisogni del suo gregge, specialmente ai più fragili e deboli.

Il primo cittadino, Luigi Bonelli, ha citato Mattarella che ha  ricordato che “ogni malattia deve essere curata”, ha sottolineato che il nostro SSN tutt’oggi è considerato uno dei sistemi sanitari migliori al mondo, ma ha ammesso anche che la gente fa sempre più fatica a farsi curare e ad acquistare le medicine, quindi a maggior ragione ha voluto ringraziare, uno per uno, i medici e gli infermieri che hanno offerto la propria disponibilità a prestare gratuitamente il servizio nell’ambulatorio solidale.

Sono  intervenuti anche il dott. Giuseppe Carnazzo, il dott. Raffaele Como, presidente regionale per la Sicilia dell’Associazione Medici Cattolici Italiani ed il dott. Renato Mancuso, presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli odontroiatri di Enna.

La serata si è conclusa con la lettura e la firma del protocollo di intesa tra l’Associazione Medicina Solidale, nella persona del presidente dott. Antonio Casale, e l’Avis, nella persona del presidente Paolo Gurgone. Con tale documento, l’Avis ha messo a disposizione dello Studio Medico Solidale la propria sede di Via del Mercato, 8 .

 

 

 

 

 

 

Nella stessa occasione, è stato firmato il protocollo di intesa

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Maria Teresa La Via

Maria Teresa La Via, giornalista nata a Nicosia, attuale direttore di TeleNicosia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: