Nicosia, presentato il romanzo “L’autista di Dio” – VIDEO

Tra gli eventi organizzati in occasione de “L’antica arte dei Madonnari”, merita senz’altro una segnalazione la presentazione del romanzo “L’autista di Dio” della scrittrice Giada Trebeschi, avvenuta sabato 15 settembre nell’androne del palazzo comunale di Nicosia.

Gli organizzatori dell’evento, l’Ecomuseo Petra d’Asgotto, hanno messo in piedi una scenografia particolare, aiutati dalle associazioni Veicoli Storici di Nicosia e Dacosa Nascecosa, ricreando l’ambientazione storica del 1938. I tanti visitatori sono stati accolti all’ingresso con un cocktail dal personale vestito con abiti d’epoca, mentre giungeva all’ingresso del palazzo una Fiat Balilla, un’autovettura tipica del tempo. E’ stato ricreato un percorso sensoriale, con l’autrice del libro seduta su un biliardo e all’ingresso dell’androne due piloti di autovetture da corsa, interpreti del romanzo, insieme ad un motociclista in abiti da rider degli anni 30.

Con questa particolare ambientazione è iniziata la presentazione del romanzo, attraverso un’immersione sensoriale curata da Salvo Burrafato, dell’Ecomuseo Petra d’Asgotto.

Elena Costa ha introdotto la presentazione con un escursus storico sui fatti accaduti nel mondo, in Italia, in Sicilia e a Nicosia, nel 1938 e nel 2013, anni in cui è ambientato il romanzo, per far comprendere ancora meglio l’ambientazione e la storia dei personaggi.

Gianfranco Miritello, dell’associazione Veicoli Storici, ha voluto ricordare la storia delle corse automobilistiche di quei tempi: la Mille Miglia e la Targa Florio, con una meticolosa descrizione dei modelli delle autovetture che correvano nel 1938, i personaggi, i vincitori e le ambientazioni d’epoca che hanno reso famose e mitiche queste corse.

Giovanni D’Urso, dell’Ecomuseo Petra d’Asgotto e appassionato di storia locale, ha invece ricordato la figura storica da sportivo e da politico del barone Stefano La Motta, nobile di origini nicosiane e pilota della Targa Florio e del Giro di Sicilia, perito nel 1951 proprio durante una tappa del famoso tour dell’Isola.

Dopo queste introduzioni si è entrati nel merito del libro con un dibattito condotto da Maria Assunta Spinelli con la presenza dell’autrice Giada Trebeschi, inframezzato dalle letture del romanzo da parte dell’attore Danilo Spitaleri. L’autista di Dio”  è un romanzo giallo di spionaggio basato su fatti veri e costruito su linee parallele in cui hanno un ruolo importante personaggi realmente esistiti come Rodolfo Siviero, il famoso agente segreto, Giorgio Castelfranco, il direttore del Pitti, l’arcivescovo di Firenze Elia Dalla Costa e il grande campione Gino Bartali. Il romanzo si è aggiudicato il premio letterario “Festival Giallo Garda 2017”.

Un dibattito brillante nel quale si sono mescolati le trame del romanzo ispirate a volte alla vita dell’eclettica scrittrice, che ha chiuso la serata con una lettura di un brano del suo romanzo.

In chiusura è intervenuto anche il sindaco di Nicosia Luigi Bonelli, che per tutta la serata ha assistito a questi interessanti interventi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DONAZIONE A TELENICOSIA

Previsioni del tempo


Meteo Nicosia
css.php