Nicosia si appresta a diventare Smart City, l’annuncio dell’assessore Nando Zappia

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il Comune di Nicosia da qualche giorno ha pubblicato il bando di gara che riguarda il progetto esecutivo per l’adozione di soluzioni tecnologiche al fine di ridurre i consumi energetici della rete di illuminazione pubblica del Comune di Nicosia, anche con l’installazione di sistemi automatici di regolazione e per l’utilizzo dell’infrastruttura, al fine di erogare servizi orientati alle “Smart Cities”.

Un progetto finanziato al Comune di Nicosia per 3.800.000 euro dalla Regione siciliana attraverso l’assessorato regionale all’Energia.

Entro le ore 13 del 24 febbraio 20121 gli operatori del settore interessati ad aggiudicarsi la gara dovranno far pervenire la loro migliore offerta all’Urega, utilizzando esclusivamente la piattaforma telematica denominata “Sitas e-Procurement”. Con questa procedura si velocizzano le operazioni di gara e si prevede che entro il mese di luglio 2021 inizieranno i primi lavori, che riguarderanno non solo il territorio di Nicosia, ma anche la frazione di Villadoro.

Soddisfatto per questo primo traguardo l’assessore Nando Zappia che dal 2018 segue tutto l’iter burocratico che ha portato nel 2019 al decreto di finanziato della Regione, con Nicosia al primo posto tra i progetti finanziati in tutta la Sicilia. Un cammino non semplice caratterizzato anche da un ricorso al Tar che ha visto prevalere le ragioni del Comune di Nicosia.

Sono molto orgoglioso di poter annunciare la pubblicazione del Bando di Gara per il rifacimento dell’impianto di pubblica illuminazione del Comune di Nicosia e della frazione di Villadoro, primo tra tutti i Comuni in Sicilia, che renderà all’avanguardia la nostra Città trasformandola in una vera e propria Smart City!”, afferma soddisfatto l’assessore Nando Zappia

Traguardo molto importante per avere finalmente un impianto efficiente sotto il profilo della sicurezza, della resa luminosa e della riduzione dei consumi.

Ne trarranno vantaggio le casse comunali (quindi i cittadini) grazie al dimezzamento dei costi, oltre al notevole risparmio sulle spese di manutenzione che saranno quasi azzerate.

Innumerevoli i benefici anche sull’impatto ambientale, debellando l’inquinamento luminoso, avendo rispetto e cura del nostro ecosistema.

L’innovativa gestione dell’impianto consentirà di monitorare in tempo reale eventuali malfunzionamenti e di regolare addirittura la luminosità.

Questo intervento permetterà la collocazione di molteplici apparecchiature di video sorveglianza, filodiffusori (altoparlanti), hotspot WiFi, pannelli informativi digitali, colonnine di ricarica per la mobilità elettrica, stazioni meteo, strisce pedonali intelligenti, ecc”.

Conclude l’assessore Zappia “Ringrazio il sindaco, l’amministrazione comunale (in particolare il vice sindaco Gemmellaro) ed il consiglio comunale che hanno creduto fortemente in questo progetto. Un ringraziamento speciale all’Ufficio Tecnico che ha lavorato costantemente per il raggiungimento di uno dei più grandi finanziamenti ottenuti dal Comune di Nicosia negli ultimi anni (3.800.000 euro). Adesso si, possiamo dirlo, Nicosia diverrà una Smart City”.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it