Nicosia, stabiliti i nuovi orari estivi per i pubblici esercizi

Condividi l'articolo su:

Con un’ordinanza del 2 luglio il sindaco di Nicosia, Luigi Bonelli, ha disciplinato gli orari dei pubblici esercizi di vendita e consumo alimenti e bevande e la diffusione musicale per l’estate 2019.

A partire dal 2 luglio e fino al 30 settembre l’ordinanza stabilisce che i pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande possono svolgere la loro attività osservando i limiti e le prescrizioni previste, ovvero: agli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, a qualunque titolo esercitate, è fatto divieto di vendita per asporto di bevande alcooliche.

Gli esercizi che esercitano la somministrazione di alimenti precotti semplicemente riscaldati, congiuntamente a quelli che somministrano alimenti cotti sul posto, sono obbligati ad osservare i seguenti orari: da domenica a giovedì l’apertura al pubblico e la diffusione musicale all’esterno sono consentiti fino alle ore 24, con obbligo di abbassare considerevolmente il volume delle emissioni sonore dalle ore 23 e di non superare dopo tale orario il limite dei 55 decibel. Fino alle ore 23 non è consentito superare i 75 decibel. Venerdì l’apertura al pubblico e la diffusione musicale sono consentiti fino all’una di notte, con obbligo di abbassare considerevolmente il volume delle emissioni sonore dalle ore 24 e di non superare dopo tale orario il limite dei 55 decibel. Fino alle ore 24 non è consentito superare i 75 decibel. Sabato e prefestivi l’apertura al pubblico e la diffusione musicale sono consentiti fino alle 2 di notte, con obbligo di non superare i 75 decibel. Il giorno di Ferragosto l’apertura al pubblico e la diffusione musicale sono consentiti fino all’una di notte, con obbligo di non superare i 75 decibel. Per gli eventi organizzati e patrocinati dal Comune, qualora ricadano in giorni infrasettimanali, l’apertura al pubblico e la diffusione musicale sono consentiti fino all’una di notte, con obbligo di abbassare considerevolmente il volume delle emissioni sonore dalle ore 24 e di non superare dopo tale orario il limite dei 55 decibel. Fino alle ore 24 non è consentito superare i 75 decibel.

E’ obbligatorio per gli esercizi commerciali osservare anche le seguenti disposizioni: è vietata la vendita di alcolici ai minori di 16 anni; la diffusione con percezione esterna deve avvenire nel rispetto dei limiti di esposizione al rumore indicate dalle norme vigenti e in nessun caso deve essere arrecato disturbo alla quiete; è fatto carico agli esercenti di garantire la quiete pubblica nonché provvedere, al momento della chiusura, alla sistemazione dei tavoli e sedie, che deve avvenire con la massima cautela per non arrecare disturbo ai residenti; l’esercente ha la facoltà di usufruire del giorno di chiusura infrasettimanale e in tal caso deve renderlo noto al pubblico mediante l’esposizione di un apposito cartello, con un anticipo di almeno venti giorni e darne comunicazione al Comune, al fine di garantire l’accesso ai servizi.

Sono escluse dall’ordinanza le attività di diffusione di musica nell’ambito di feste patronali, sagre, fiere e manifestazioni religiose.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *