Nino Cammarata (ATI Enna): “Avviati Lavori per sei nuovi pozzi e finanziati altri otto per affrontare la siccità”

Nino Cammarata
Condividi l'articolo su:

ASCOLTA QUESTO ARTICOLO

La trivellazione e la messa in opera di sei pozzi “gemelli”, a meno di 5 metri di distanza da quelli già esistenti, a Enna, Piazza Armerina (2), Aidone, Assoro e Barrafranca, già in fase di lavorazione, dopo che dalla Protezione Civile sono stati stanziati 800 mila euro.

E altri otto già finanziati, per quasi un milione di euro, negli stessi territori e ad Agira. Sono alcune delle novità annunciate dal presidente dell’Assemblea territoriale idrica della provincia di Enna, l’avvocato Nino Cammarata.

E’ già stata finanziata l’apertura di sei pozzi: due a Piazza Armerina, poi ad Aidone, Assoro, Enna e Barrafranca – spiega il presidente Cammarata – e ci hanno appena comunicato il finanziamento di un altro milione di euro, che servirà a mettere in funzione altri 7 pozzi, ovvero altri due a Piazza, uno ad Aidone, tre a Enna e uno ad Agira”.

Le novità riguardano ovviamente anche la città di cui il presidente Cammarata è sindaco, ovvero Piazza Armerina, dove è stata chiesta alla Protezione Civile l’autorizzazione per l’utilizzo della fonte dei “Canali” al fine di approvvigionare i campi, dare respiro agli allevamenti, nonché per fronteggiare casi di emergenza legati agli incendi, per cui, viceversa, sarebbe stata altrimenti utilizzata acqua disponibile per usi potabili.

In questo modo, nella Città dei Mosaici, si lavora al riempimento di 20 cisterne da 20 mila litri d’acqua, creando una riserva d’acqua decisamente necessaria. Per il momento non potrà essere utilizzata per usi domestici, ma si recuperano comunque migliaia e migliaia di litri.


 

Visited 373 times, 2 visit(s) today

Condividi l'articolo su: