“Non arriveranno certificati in massa”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  



CRONACA





Scuola, Azzolina: Non arriveranno certificati in massa


Non arriveranno certificati in massa perché, se leggiamo il documento dell’Istituto Superiore di Sanità, c’è una procedura ben precisa: il lavoratore che pensa di essere a rischio avvisa il dirigente scolastico che chiama il medico specialista“. Lo ha detto la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, durante un’intervista al Tg3. “Laddove il lavoratore fosse dichiarato fragile, si attiverebbe una procedura successiva a cui stiamo lavorando con il ministero della Salute e della Funzione Pubblica”. “Se la mozione di sfiducia di Salvini è sul plexiglass, di cui parla da quattro mesi, voglio rassicurarlo perché non è previsto in nessun documento. Capisco che si faccia campagna elettorale, ma la scuola dovrebbe restarne fuori perché in questo modo si spaventano famiglie e studenti. La partita della riapertura dovrebbe coinvolgere maggioranza e opposizione perché ne va del futuro dei nostri studenti”.


“I primi banchi monoposto sono stati consegnati” scrive, poi, su Facebook. “Credo sia stato un gesto importante scegliere di iniziare da quei territori che hanno sofferto di più: Codogno, Alzano Lombardo, Nembro. Un segnale per queste comunità e per la scuola italiana che si prepara a ripartire in presenza e in sicurezza”.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.


TAG:
azzolina, scuola, riapertura scuola, lucia azzolina, ministra dell’istruzione, rientro scuola, scuola news, scuola riparte 14 settembre, scuola rientro, scuola rientro settembre, scuola covid, scuola rientro regole, riapertura scuole, riapertura scuole regioni, covid, coronavirus



[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]

Source link


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: