“Non sono manifestanti sono rivoltosi”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  



ESTERI





Trump: Non sono manifestanti sono rivoltosi


“Non sono manifestanti. Sono anarchici, agitatori, rivoltosi, saccheggiatori”. Così dal New Hampshire Donald Trump ha descritto chi negli Stati Uniti protesta contro razzismo e violenze della polizia. Nel frattempo a Washington si erano già radunate decine di migliaia di persone a 57 anni dallo storico discorso di Martin Luther King, ‘I have a dream’. Trump si è lamentato delle proteste a Washington dopo il suo discorso di accettazione della nomination in vista delle presidenziali di novembre e ha accusato il sindaco Muriel Bowser di non fare abbastanza.


I manifestanti, ha sostenuto il presidente, “non hanno nulla a che vedere con George Floyd. Non sanno neanche chi sia”. Poi nuove critiche a Joe Biden, considerato un “fantoccio”. “Credo – ha detto Trump – di avere l’onore di presentarmi contro il peggior candidato del partito democratico”. Poi l’invito agli elettori a votare per lui “per salvare la democrazia”.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.




[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]

Source link


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: