Oltre 383 mila euro alle scuole siciliane per la didattica digitale integrata. Alle scuole dell’ennese più di 14 mila euro

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nel Decreto Ristori, approvato nel pomeriggio del 27 ottobre in Consiglio dei Ministri, sono stati stanziati ulteriori 85 milioni di euro per la didattica digitale integrata, che permetteranno a stretto giro l’acquisto di oltre 200 mila nuovi dispositivi e oltre 100 mila strumenti per le connessioni.

Inoltre, grazie ad un decreto firmato dalla ministra Azzolina, sarà possibile concedere alle scuole secondarie di secondo grado ulteriori 3,6 milioni di euro, per garantire la connessione e, quindi, la didattica digitale integrata a studentesse e studenti che ne fossero ancora privi.

E’ pari a 383.376,00 euro la somma totale che arriverà alle scuole siciliane, di questi 14.277 mila euro saranno destinati ad istituti di Enna e provincia, una cifra che servirà a garantire la connessione e, quindi, la didattica digitale integrata, a studentesse e studenti che ne fossero ancora privi.

Questo il riparto: 1.550 euro, rispettivamente, al “Giovanni Falcone” di Barrafranca, “Federico II” di Enna, “Alessandro Volta” di Nicosia, all’Istituto “Napoleone Colajanni”, “Ettore Maiorana” di Troina, “Leonardo Da Vinci” di Piazza Armerina, “Enrico Medi” di Leonforte e “Abramo Lincoln” di Enna; 2.227 euro vanno all’istituto “Majorana – Gen A. Cascino” di Piazza Armerina.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: