Omaggio dell’Istituto superiore Fratelli Testa di Nicosia al cantautore Franco Battiato – Foto e Video

Condividi l'articolo su:

Il 18 maggio 2021 moriva a Milo all’età di 76 anni il cantautore siciliano Franco Battiato. Dall’esordio sperimentale alle prime incisioni di musica leggera, dall’elettronica all’avanguardia fino alla musica operistica e sacra, tutto questo è riassumibile nella carriera di colui che  probabilmente è il cantante italiano più particolare, eclettico ed acculturato in assoluto.

L’Istituto superiore Fratelli Testa di Nicosia ha voluto ricordarlo  nell’anniversario del primo anno dalla sua morte, con uno spettacolo di alto livello allestito presso l’auditorium Vincenzo Nisi, con ben tre repliche.

Le docenti che hanno contribuito all’organizzazione e alla regia sono le professoresse Rita Scinardi, Maria Luisa Latona e Lucilla Astrini, con il contributo del tecnico di laboratorio Giancarlo Rossino.

Durante una delle repliche mattutine ha assistito anche il vescovo della Diocesi di Nicosia, Salvatore Muratore, che a fine spettacolo, commosso, ha ringraziato studenti e docenti  e ricordato  i suoi tredici anni di ministero pastorale a Nicosia.

Protagonisti gli studenti del liceo, che non hanno solo cantato, ma anche recitato, bene interpretandoli, testi ripresi dai brani e persino danzato, riuscendo a cogliere in pieno lo spirito artistico del cantautore siciliano, la cui musica rimarrà scolpita per sempre nell’immaginario di ognuno di noi.

Franco Battiato in 50 anni di carriera ha saputo fondere l’arte della poesia e della musica, come solo in pochi hanno saputo fare e questo grazie ad uno studio e ad una sensibilità non comuni. Non a caso il sodalizio artistico con Fabrizio De Andrè, un altro grande autore di musica italiana, che sotto vari aspetti assomiglia a Battiato, ha regalato al pubblico dei brani riarrangiati di sicuro valore,  tali da suscitare emozioni e ricordi.

Applausi a scena aperta a fine di ogni replica, con gli studenti-artisti veramente soddisfatti per aver saputo rappresentare al meglio lo spirito artistico di uno dei maggiori cantautori italiani del nostro tempo.

 


Condividi l'articolo su: