“Ora lo sento ancora più vicino”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Papa all'Adnkronos, don Patriciello: Ora lo sento ancora più vicino


Di Ilaria Floris


“Io sono felicissimo del pontificato di Papa Francesco, l’ho sempre sentito molto vicino e dopo aver letto questa intervista sento questo Papa ancora più vicino. Io sono un parroco di periferia, la periferia è stata sempre vista come un luogo di serie B e quando lui ha detto ‘i migliori mandateli in periferia’ ha fatto comprendere il senso del suo pontificato: Gesù è sempre stato dalla parte degli ultimi”. A commentare il colloquio di Francesco con l’Adnkronos è il parroco di Caivano don Maurizio Patriciello, che si sofferma su alcuni importanti passaggi.



Della battaglia alla corruzione, di cui Papa Francesco parla diffusamente nell’incontro, don Patriciello è entusiasta: “La Chiesa deve essere esempio di trasparenza. Se ci sono persone che occupano posti importanti, la trasparenza deve essere assoluta. I padri della Chiesa la paragonavano alla luna, che non brilla di luce propria ma brilla della luce del Sole e deve dare luce al mondo ed essere di esempio. A cominciare da noi, io sono un prete: se le cose non vanno bene, è giustissimo che nella Santa Madre Chiesa il Papa mi metta da parte e dica ‘no’, perché se ci dobbiamo convertire tutti, dobbiamo cominciare da noi”.


Sulle critiche al pontificato di Papa Bergoglio, su cui Francesco si sofferma a parlare nel colloquio, don Patriciello fa un’analisi precisa: “Riesco a capire chi lo critica perché c’è poco da fare, Francesco è un Papa originale, che prende il telefono e ti chiama a casa, è una persona che esce dal Vaticano per andare dall’ottico e cambiarsi gli occhiali -dice don Patriciello- Ma è perché forse finora il Papa lo abbiamo visto troppo in alto, ora questo volto umano, questo sentirlo così’ vicino, questo essere, come lo definisco io, il ‘parroco del mondo’, il suo lasciarsi intervistare anche se raramente, ecco forse qualcuno non era preparato”.


Quando il Papa parla, conclude don Patriciello, “la cosa importante da fare è capire il livello al quale sta parlando: un conto è se parla ai cattolici, un conto se parla come uomo di Stato, un conto quando parla per raggiungere tutti gli uomini di buona volontà”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.



[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]

Source link


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: