Per l’illuminazione pubblica nelle periferie stipulata una convenzione tra Comune di Nicosia ed una ditta privata

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ancora una volta il miglioramento dell’illuminazione pubblica rientra nell’azione amministrativa della giunta Bonelli. Il 14 settembre l’amministrazione comunale ha approvato con una delibera la convenzione tra il Comune di Nicosia e la Fin Impianti di Tremestieri Etneo.

La convezione prevede un project financing, ovvero una progettazione realizzata con fondi propri dalla Fin Impianti, attraverso il quale la ditta con un investimento di 894.347,57 euro realizzerà un impianto di pubblica illuminazione in tratti di viabilità esterna al centro urbano, attualmente non illuminata, ma densamente abitata.

L’obiettivo che si intende raggiungere è quello di eliminare il senso di isolamento e disagio che si viene a creare in queste zone, altamente urbanizzate e frequentemente transitate, che a causa della mancanza di illuminazione risultano assai insicure sia per i cittadini residenti, sia per coloro che le percorrono giornalmente.

La ditta si impegna ad installare 244 pali con illuminazione a led che garantisce oggi il massimo efficientamento energetico al minore costo, per una lunghezza complessiva di 6.850 metri. Le zone interessate da questo progetto di illuminazione pubblica sono: le contrade Sant’Onofrio, Santa Maria La Nova, Santa Lucia–Torretta, Magnana e Murata, San Cataldo-Bretella Magnana, via Ettore Maiorana, via Pietro Nenni, bivio San Giacomo, scuola San Giacomo, bivio Pancallo.

Gli obblighi a carico della ditta nella gestione dell’impianto riguardano l’eventuale sostituzione e integrazioni di componenti dell’impianto durante tutto il periodo di garanzia, la manutenzione ordinaria e programmata e la manutenzione straordinaria.

Il Comune di Nicosia dovrà corrispondere il canone annuo di 104.422,29 euro, per la durata di 15 anni, per il recupero dell’investimento da parte della ditta.

Il progetto di ampliamento proposto si pone in coerenza tecnica, economica e sociale, diventandone un necessario completamento per la positiva ricaduta nei territori allo stato attuale sguarniti di pubblica illuminazione, con il finanziamento ottenuto dalla Regione siciliana per il “Progetto per l’adozione di soluzioni tecnologiche al fine di ridurre i consumi energetici della rete di illuminazione pubblica del Comune di Nicosia” per un importo complessivo di 3.800.000 euro, nell’ambito del quale, in virtù delle disposizioni del bando, non erano ammissibili spese per ampliamenti di impianti esistenti, come quello proposto dalla Fin Impianti. Entrambi i progetti sono finalizzati all’efficientamento energetico e all’abbattimento dei costi di gestione per l’Ente.

 

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sergio Leonardi

Sergio Leonardi è un giornalista nato a Messina. Laureato nel 1992 in Economia e Commercio. Con la passione per la statistica, informatica, storia, sport e politica. Tra i fondatori di telenicosia.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: