Pergusa sul podio nel concorso green di Legambiente e Vallelata

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

E’ stato un vero e proprio referendum per testare quanto gli ennesi e più in generale gli amanti della natura hanno a cuore la riserva naturale di Pergusa, uno scrigno che conserva e fa dialogare da sempre il mito e la biodiversità.

All’invito a votare Pergusa nel concorso realizzato a livello nazionale dall’azienda Vallelata e da Legambiente hanno risposto in tanti, e precisamente in 1321, facendo scalare alla Riserva pergusea la vetta della classifica. Prima a livello regionale, seguita da un’altra area naturale del territorio ennese, il parco urbano San Pietro di Piazza Armerina, e terza a livello nazionale preceduta da due aree naturalistiche entrambe della Puglia. Un risultato che è frutto di un lavoro di squadra che ha visto tanti impegnati a realizzare questo obiettivo.

A sostenere Legambiente promotrice dell’iniziativa, infatti, il Libero Consorzio Comunale di Enna, ente gestore della riserva, diverse associazioni naturalistiche e culturali del territorio ennese, dal WWF, a Slow food, dagli Scout, all’ordine degli Agronomi, e ai Club service da sempre sensibili alle tematiche ambientali e al mondo della rete. Si attende adesso la data nella quale si svolgerà l’attività di pulizia che sarà anche l’occasione per focalizzare i punti di forza ma anche i punti di debolezza dell’area.

Un ottimo risultato – commenta il Commissario del Libero Consorzio Comunale di Enna, Girolamo di Fazio –  certamente sperato ma che con un pizzico di orgoglio posso dire ci sorprende poco. La riserva naturale di Pergusa ha da sempre avuto una grande attenzione da parte dell’Ente per le sue innumerevoli peculiarità soprattutto naturalistiche, convinti che occorre puntare a conservare, preservare e valorizzare questo sito. Pergusa rappresenta per il capoluogo e per il territorio un simbolo che racchiude, agrobiodiversità, per la presenza di uno straordinario patrimonio varietale dell’ulivo, natura, storia e mito oltre che un volano per il turismo“.

Più che soddisfatto Giuseppe Amato, di Legambiente per la grande sensibilità che gli ennesi e non solo hanno dimostrato partecipando così numerosi al concorso segno che cresce sempre più l’attenzione per l’ambiente che si vuole preservare e valorizzare.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: