Piazza Armerina, all’interno di una macelleria figlio uccide il padre a coltellate

Condividi l'articolo su:

Omicidio la mattina di lunedì 12 agosto, a Piazza Armerina. Un uomo ha ucciso a coltellate il padre all’interno di una macelleria nel centro della città. La vittima è Armando Lo Monaco, 53 anni; l’assassino invece sarebbe il figlio Carlo, di 30 anni. Sul posto sono intervenuti gli investigatori della squadra mobile di Enna. Secondo una prima ricostruzione, il delitto è avvenuto all’interno di una macelleria in via generale Muscarà, nel centro di Piazza Armeria, dove padre e figlio erano entrati per acquistare della carne. In quel momento nella macelleria erano presenti anche altre persone. Gli investigatori della squadra mobile stanno cercando di ricostruire la dinamica del brutale omicidio attraverso le testimonianze delle persone che hanno assistito ai fatti.

Il figlio avrebbe accusato il padre di maltrattamenti da bambino. Secondo gli investigatori, il presunto omicida sarebbe affetto da disturbi mentali e in passato sarebbe stato protagonista di alcune violente aggressioni. Stando a quanto trapelato finora, prima di accoltellare il padre il trentenne avrebbe accusato il genitore di averlo picchiato quando era piccolo. Al momento non è chiaro se padre e figlio fossero entrati insieme nella macelleria o se Carlo Lo Monaco sia entrato subito dopo il padre. Quando sul posto sono intervenuti i sanitari per il cinquantatreenne non c’era più nulla da fare: i soccorritori hanno solo potuto constatare il decesso dell’uomo.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *