Potenziamento dell’ospedale di Nicosia, inviato all’Assessorato regionale alla Salute un documento redatto dalla III commissione

Condividi l'articolo su:

Il consiglio comunale di Nicosia nella seduta del giorno 24 marzo 2021 ha discusso il punto “Potenziamento dell’Ospedale C. Basilotta e del Distretto Sanitario di Nicosia”, inserito nell’ordine del giorno su richiesta del gruppo consiliare “Liberi e uniti”. Nel corso della discussione sono state evidenziate diverse criticità. A conclusione della seduta il consiglio all’unanimità ha condiviso l’iniziativa di inviare all’assessorato alla Salute ed ai dirigenti Dell’Asp di Enna un documento condiviso ed ha incaricato la III commissione permanente della redazione dello stesso.

Il consiglio comunale di Nicosia considerate le criticità emerse nel corso della seduta del 24 marzo 2021 all’unanimità chiede all’Asp di Enna ed all’Assessorato alla Sanità della Regione Siciliana l’adeguamento numerico del personale medico ed infermieristico delle unità operative come previsto nella pianta organica, al fine di assicurare adeguati livelli di assistenza.

Chiede il potenziamento dell’Ospedale C. Basilotta di Nicosia secondo le disposizioni del decreto assessoriale del 14 giugno 2019 che nella riorganizzazione della rete ospedaliera dell’isola ha individuato il Carlo Basilotta quale Ospedale di base, stabilendo l’apertura delle seguenti nuove unità operative: Unità Coronarica quale unità operativa complessa con 4 posti letto; Geriatria Unità operativa semplice con 10 posti letto; Lungodegenza Unità operativa semplice con 16 posti letto; Recupero e Riabilitazione funzionale Unità operativa semplice con 20 porti letto; Emodinamica Unità operativa semplice senza posti letto, nell’ambito della cardiologia.

Il consiglio sostiene la richiesta di adeguamento dell’attuale reparto di Anestesia e Rianimazione, da unità semplice ad unità complessa con 7 posti letti.

Viene manifestata una rinnovata fiducia nell’accordo Stato-Regione, sottoscritto dal Presidente Musumeci, per l’impiego di 13 milioni di euro finalizzati all’adeguamento e al potenziamento del Carlo Basilotta.

Un’enorme opportunità viene offerta al nostro territorio col potenziamento dell’ospedale Carlo Basilotta, prevedendo un incremento di ben 50 posti letto con l’aumento a cascata del personale medico, infermierisitico e parasanitario.

Il consiglio comunale ha appurato evidenti criticità riguardo il Distretto Sanitario, appare necessario ed urgente che il PTA (Presidio Territoriale di Assistenza) di Nicosia ritorni a garantire, ai cittadini le attività specialistiche di Pneumologia, Oculistica, Urologia, Reumatologia ed Endocrinologia che, essendo assenti da troppo tempo stanno privando la popolazione dei territorio dei comuni di Nicosia e Villadoro, Troina, Gagliano Casteferrato, Cerami, Capizzi e Sperlinga del basilare diritto alla salute”.

 


Condividi l'articolo su: