Pullara all’Ars: “Addio autonomisti, guardo al centro e ai giovani siciliani con il movimento ONDA”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’addio al gruppo dei Popolari-autonomisti e la decisione di far crescere il suo movimento, “ONDA”, “fino a farlo diventare un soggetto regionale”.

Metto alle spalle l’esperienza autonomista guardando avanti. Resto al Gruppo Misto, ma ho dato vita a “ONDA”: un movimento popolare regionalista, che vuole mantenere una posizione inclusiva, moderata e di centro, che non ha punte di estremismo, né di destra né di sinistra, ma guarda ed è voce autentica del nostro territorio. 

Dobbiamo portare avanti non l’autonomia in stile Galles o Irlanda, ma parlare di regionalismo. Le altre regioni italiane difendono non tanto l’autonomia delle scelte ma il frutto dei propri territori, e così dovremo fare anche noi. Mi sto muovendo con “ONDA” per raccogliere adesioni in tutta la Sicilia, a partire da quest’anno, e sono convinto che potremo radicarci in tutto il territorio regionale.

Osserviamo tutto ciò che in queste settimane sta avvenendo nel mondo centrista e moderato: da Italia viva a Forza Italia, fino al Cantiere popolare e all’Udc.

Per quanto riguarda il rapporto con il governo Musumeci, sono stato eletto a sostegno di questo governo e continuo a sostenerlo, ma non posso stare in silenzio rispetto ai problemi, solo perché appartengo a questo schieramento. Quando le cose non vanno, bisogna essere voce critica, non distruttiva, ma propositiva. Capisco che questo atteggiamento spesso non è gradito, ma la politica deve sapere ascoltare. Resto quindi a sostegno del governo ma non mi appiattisco su tutte le scelte.

Sul piano organizzativo ONDA prevede al suo interno una Sezione Giovanile – spiega l’Onorevole- che sarà il motore del Movimento. E’ solo con i giovani che riusciremo ad innescare il cambiamento in questa nostra terra, il loro coinvolgimento attivo è necessario. 

Di contro, non abbiamo previsto sezioni specifiche per le donne, poiché crediamo nella vera parità tra i generi.

In questo momento abbiamo tanti fronti aperti su tutte le province della Sicilia, anche in quella di Enna, motivo per il quale invito tutti coloro che vogliano avvicinarsi ad ONDA e saperne di più, a contattarci sui nostri canali social o chiedere un contatto al 335 65 34 34 1″.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.