Raccolta differenziata, primato per il Comune di Cerami

Condividi l'articolo su:

Nel mese di maggio 2019, Cerami ha raggiunto il l’80,83% di raccolta differenziata, superando la percentuale già in crescita del 75% ottenuta in appena sei mesi dall’introduzione della raccolta “porta a porta” dei rifiuti urbani. “Risultati da record –ha detto il sindaco, Sivestro Chiovetta– che premiano la riorganizzazione del servizio e il forte senso civico dei nostri cittadini. A loro va un grande ringraziamento per la collaborazione, con l’invito a continuare insieme su questa strada per tutelare l’ambiente e mantenere pulito e decoroso il nostro paese”.

La crescita della raccolta (di vetro, plastica, carta, rifiuti di natura organica e scarti di vario genere) certificata dal gestore del servizio, “Coop. General Montaggi”, vedono il comune di Cerami balzare, con la più alta percentuale di raccolta differenziata tra il 75-80%, al primo posto in provincia e collocarsi tra i primi dieci comuni più “ricicloni” di tutta la Regione.

I risultati che emergono fanno esultare il gruppo di maggioranza, targato “Guardiamo oltre”, che sostiene il sindaco Silvestro Chiovetta: “Un vero e proprio successo, che dimostra –ha detto il primo cittadino– la validità del piano di raccolta rifiuti urbani applicato, ma anche e soprattutto la sensibilità e il costante sforzo dei cittadini che stanno dimostrando di saper fare bene la differenziata, sempre più disposti a ridurre il quantitativo da smaltire in discarica, contribuendo nel contempo a salvaguardare l’ambiente, a dare una mano nel mantenere il paese più pulito. Un plauso particolare va agli operatori ecologici che gestiscono con grande professionalità il servizio di raccolta”.

Se i ceramesi continueranno ad applicare con rigore la separazione dell’immondizia, potranno ottenere, oltre che benefici ambientali e di miglioramento del decoro urbano, anche vantaggi economici concreti di risparmio per la collettività nei costi del servizio di igiene e per lo smaltimento dei rifiuti.

 Carmelo Loibiso

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: