Recovery Fund, Pisano: “strategica trasformazione digitale Pa”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

ARTICOLO PUBBLICATO IL 6 Novembre 2020



ECONOMIA





Recovery Fund, Pisano: strategica trasformazione digitale Pa

La ministra Paola Pisano (Foto Fotogramma)


(di Andreana d’Aquino)


Anche la “trasformazione digitale della Pa” italiana è “una carta in più” da usare con l’Ue per i “Recovery Fund”. E’ stata la ministra dell’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione, Paola Pisano, a sottolinearlo, nel suo intervento al Forum Pa. “La Pa dovrà utilizzare Spid, Pago Pa e iniziare a migrare i loro servizi sull’app IO e la scadenza del 28 febbraio prossimo significa per noi la prima prova che presenteremo all’Ue per i Recovery Fund: se il modello operativo regge e se le Pa riusciranno a fare questa trasformazione digitale, abbiamo una carta in più” ha evidenziato Pisano. Per i Recovery Fund, ha osservato ancora Pisano, “l’Ue ci chiede progetti immediatamente operativi, cantierabili subito”.



“Ovviamente per riuscire ad arrivare a questa scadenza serve la collaborazione di tutti e per questo stiamo lavorando a kit operativi che invieremo agli enti locali per aiutarli a usare strumenti digitali” ha aggiunto Paola Pisano. La ministra Paola Pisano si è detta “convint” che “per il 28 febbraio del 2021 molte Pa” avranno realizzato “la trasformazione digitale”. “Nel Dl semplificazione e innovazione digitale -ha ricordato- ci siamo posti una scadenza: entro il 28 febbraio 2021 le Pa dovranno utilizzare Spid come unico accesso e Pago Pa per ricevere pagamenti dai soggetti esterni e dovranno iniziare a migrare i loro servizi nell’app IO”. Per la trasformazione digitale della Pa “oggi abbiamo a disposizione 50 milioni, non è una cifra esorbitante ma è un buon inizio” ha aggiunto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.






Source link


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.