Rotary di Nicosia visitato dal governatore Di Costa in occasione del passaggio di campana al neo presidente Franco Gurgone

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il governatore del distretto 2110 del Rotary International ha effettuato la visita amministrativa al suo club Nicosia del quale è socio in occasione del passaggio della campana tra il presidente uscente Sasà Rizzo e il presidente Franco Gurgone.

Il club di Nicosia è stato fondato nel 1972 e ha una lunga storia di attività e di servizio, con molti successi e presidenti di prestigio” come ha sottolineato il prefetto distrettuale Nabor Potenza.

Di particolare pregio la circostanza della presenza, con il Rotary, anche del Rotaract e, recentemente, dell’Interact.

Franco Gurgone ha voluto ripercorrere le tappe più significative del Rotary di Nicosia, il suo impegno, i suoi servizi, e i suoi uomini, Alfio Di Costa tra questi. Gurgone ha voluto, seppur brevemente, tracciare le linee programmatiche dell’anno appena iniziato sottolineando l’adesione ai progetti distrettuali, i progetti prestigiosi del club, l’attenzione alla comunità e al territorio con uno sguardo alle vie d’azione, all’umanità e al mondo.

Toccante l’intervento del governatore Alfio Di Costa che ha ricordato come “ognuno di noi ha la sua storia, il suo percorso di vita e il suo percorso di fede. Io non sfuggo a questa regola”. E continuando “il mio ricordo va a mio cognato Giuseppe Calì, oggi non più fra noi, che mi ha voluto presentare, nel lontano 1988, al Club di Nicosia dove sono socio dal 1989. Sono grato a tutti i soci del Club di Nicosia che mi hanno sempre sostenuto unanimemente con tanto affetto e amicizia”.

Durante il suo intervento ha ricordato il suo impegno a favore della Missione di Iula in Tanzania. “La Missione di Ilula è una parrocchia della Chiesa Cattolica fondata nel 1939 dai Padri della Consolata. Nel 1967, i Padri della Consolata lasciarono la gestione della missione ai sacerdoti locali. Dal dicembre 1990, la Diocesi di Nicosia ha assunto l’impegno di un collegamento con la Diocesi di Iringa grazie all’impegno del suo missionario padre Filippo Mammano che, dal 1980 ad oggi, sta portando avanti una attività religiosa, ma anche sociale, in aiuto dei più poveri e degli abbandonati ma soprattutto dei bambini orfani e dei disabili”.

E parlando della sua Sicilia, della quale è particolarmente invaghito, Alfio Di Costa ha tenuto a precisare che “ho sempre creduto nella bellezza della nostra Sicilia ed in quella di Malta ed ho pensato di portare il mio amore per il nostro territorio nei progetti che caratterizzeranno il nostro anno. Metteremo in campo molte risorse professionali per studiare, tutelare, promuovere e valorizzare i nostri territori”.

Si tratta di un eccezionale evento, la visita del governatore, per la storia di ogni club del quale fa parte chi guida un distretto Rotary, per queste ragioni, nel salutare i soci del suo club ha voluto sottolineare che “amiche ed amici rotariani vorrei concludere con il mio solito ottimismo: sarà un anno memorabile grazie a ciascuno di voi.  Sono orgoglioso di appartenere a questo Club; sono orgoglioso di essere un rotariano di Nicosia. Il Rotary crea opportunità e noi ci auspichiamo che ognuno dei rotariani possa riconoscersi in questo tema del nostro anno e che il Rotary possa essere per tutti noi sinonimo di amicizia e di servizio”..

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: