“Sala ha ragione, a Milano serve ancora più rigore”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Coronavirus, Fontana: Sala ha ragione, a Milano serve ancora più rigore


“Oggi abbiamo avuto una riunione operativa con il team di Bertolaso e con i nostri tecnici e gli assessori per approfondire il discorso ospedale: sono stati costituiti gruppi specifici, ognuno si occupa di una diversa questione”. E’ l’aggiornamento di Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia, in un punto stampa. “Credo si sia data una notevole accelerazione al tutto, io continuo a essere ottimista. Stiamo aspettando gli ultimi discorsi sul reperimento dei respiratori, speriamo in bene, io sono fiducioso” dice il governatore.


Per quanto riguarda i contagi da coronavirus in Lombardia, “ho proiezioni che si discostano poco rispetto a ieri, sono in leggera crescita rispetto a quelli di ieri. Il cambiamento di rotta ci sarà quando inizieranno a mostrare la loro efficacia le misure che sono state applicate. Secondo me dovrebbero iniziare a sentirsi dei cambiamenti da giovedì, lasciamo passare una settimana e due giorni dall’ultima stretta”.



I comportamenti sono cambiati ma non ancora in modo sufficiente – rileva il governatore – Mi lascia perplesso che per uno, due giorni si rispettano rigorosamente le norme e poi diventa tutto un po’ più lasco. Non si può mollare l’attenzione né tornare a una vita normale, dobbiamo essere sempre più rigorosi, la rigorosità va implementata, non bisogna fare i furbi andando a fare la passeggiata senza motivo”. Ed “è giusto quello che dice il sindaco Sala. Milano ha bisogno di ancora più rigore: le dimensioni e tante persone in una zona piccola rischiano di portare a conseguenze gravi, anche io mi associo al sindaco”.


Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è costantemente informato da Fontana sugli sviluppi in Lombardia, non solo sulla decisione di affidarsi a Guido Bertolaso. “Credo che debba essere sempre informato e avvisato di tutte le scelte. Il presidente della Repubblica è molto attento a queste evoluzioni, a far sentire la sua vicinanza e il suo sostegno, è una costante che io lo tenga sempre aggiornato”, spiega il governatore.


E’ una giornata di ringraziamenti. Fontana ringrazia in particolare gli imprenditori, tra cui l’ex premier Silvio Berlusconi, che ha donato 10 milioni. Il primo ringraziamento va anche alla Croce Rossa, che ha donato 40 respiratori: “Ci consentono di andare avanti, ieri iniziavamo a essere vicini alla fine dei letti di rianimazione, abbiamo fatto una serie di chiamate con il presidente e questa mattina sono arrivati”.


I ringraziamenti vanno agli imprenditori “che si sono mossi nelle ultime ore”: oltre a Berlusconi, Giuseppe Caprotti, la fondazione Invernizzi, la fondazione Veronesi, Allianz e Sapio, “con interventi diretti. Una dimostrazione di grande solidarietà che ci fa sentire più vicini ai cittadini. Ce ne sono altri di cittadini meno famosi, che non hanno la possibilità di fare versamenti milionari ma che nel loro piccolo donano e danno qualcosa: abbiamo avuto offerte da 5 euro a 10 milioni“.


Intanto l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, precisa che “il vecchio ospedale di Legnano è inutilizzabile, non è vero come si legge che sarebbe pronto all’uso. Il suo ripristino è una fake news”. In una lettera aperta Adl Cobas Lombardia aveva avanzato la proposta di utilizzare come ‘ospedale Covid’ la vecchia struttura legnanese, nei pressi di Milano. “Sono stati svolti tutti gli approfondimenti necessari”, spiega in una nota Gallera. “Per rimetterlo in funzione – sottolinea – l’Asst Ovest Milanese ci ha scritto che sono necessari dai 6 ai 12 mesi”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.



[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: