Sarà Alessandro Magistro, presidente della Consulta dei Nebrodi, il primo presidente della Consulta Regionale Siciliana ?

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Si terrà l’8 aprile l’elezione per il consiglio e il presidente della Consulta Regionale Siciliana, a votare saranno tutti i presidenti delle consulte comunali esistenti in tutte le nove provincie della Sicilia, tutto deciso sulla base di uno statuto unico regionale concordato lo scorso lunedì presso l’Ars a Palermo che insieme a Catania sarà sede della Consulta Regionale. I seggi sono tre per la provincia di Palermo e tre per la provincia di Catania in quanto entrambe superano il milione di abitanti, due invece per ogni provincia sotto il milione di abitanti, in totale saranno 20 i componenti del Consiglio Regionale con regole simili alle elezioni per i deputati regionali, gli eletti al consiglio regionale dovranno votare il presidente il vicepresidente oltre al moderatore e un segretario, il presidente eletto dovrà nominare sei assessori giovanili con deleghe. La Consulta Regionale camminerà di pari passo con il governo regionale e con l’Ars, portando giovani e meno giovani dentro il palazzo più importante delle Sicilia.

L’ideatore di tale organo del tutto nuovo per tutto il sud Italia è il messinese Alessandro Magistro, 27 anni, attuale presidente della Consulta dei Nebrodi esperto in politiche giovanili, e regolamenti  in particolare per le nuove forme di democrazia avanzata. Lo stesso Magistro pare sia ben voluto e sostenuto dalla maggioranza delle provincie sicule che lo reclamano per candidarsi come presidente dei giovani siciliani e quindi alla guida della giunta della Consulta, ma ad oggi nessuna ufficialità. Le candidature dovranno essere presentate entro le ore 23 del 20 marzo.

 

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: