Sei nuove aree interne entrano nella Strategia Nazionale, inseriti 14 comuni dell’Ennese

Condividi l'articolo su:

Il Comitato Tecnico presso il Ministro del Sud ha approvato l’ingresso nella SNAI di 89 Comuni tra Calabria, Lazio, Emilia-Romagna, Lombardia e Sicilia.

Versante Tirrenico Aspromonte in Calabria, Monti Lepini e Prenestini-Giovenzano-Sacco nel Lazio, Appennino Modenese in Emilia-Romagna, Valtrompia in Lombardia e Troina in Sicilia: sono queste le sei nuove aree interne che entrano da oggi a far parte della Strategia Nazionale per la programmazione 2021-2027.

Le sei nuove aree contano complessivamente 89 Comuni, per un totale di quasi 375mila abitanti. Con i nuovi ingressi, la SNAI comprende ormai i territori di 582 Comuni per oltre un milione 450mila residenti.

L’area di Troina comprende i 14 Comuni di Agira, Assoro, Calascibetta, Catenanuova, Cerami, Gagliano Castelferrato, Leonforte, Nicosia, Nissoria, Regalbuto, Sperlinga, Troina, Valguarnera Caropepe, Villarosa.

Le aree interne comprendono i Comuni italiani distanti dai luoghi di offerta di servizi di base come istruzione, sanità e trasporti.

Si tratta di territori marginalizzati e a rischio di abbandono, che ad oggi costituiscono circa il 60% della superficie italiana, con circa 4.000 centri che rientrano in questa categoria, in cui risiedono oltre 13 milioni di cittadini (il 22,7% della popolazione italiana).

La SNAI 2021-2027 proseguirà nel potenziare i servizi di cittadinanza e nel promuovere iniziative per lo sviluppo economico e l’occupazione delle aree interne selezionate. Gli interventi saranno sostenuti dai Fondi strutturali europei della programmazione 2021-2027, ma anche da risorse nazionali legate principalmente al Fondo per lo Sviluppo e la Coesione.

 


Condividi l'articolo su: