Settimana europea federiciana 2019, il 7 maggio seminario sull’Europa e Giostra della Rosa

Condividi l'articolo su:

La Settimana europea federiciana “Federico II e il sogno europeo” prosegue domani con una giornata ricca di appuntamenti.

Si parte alle 9.30 in galleria civica con il seminario sul tema “Identità europea e patrimonio culturale”, condotto da docenti ed esperti dell’università Kore di Enna. A presiedere l’incontro è Daniele Caviglia, docente di Storia delle relazioni internazionali. Intervengono Alessandro Tomaselli, docente di Diritto dell’Unione europea, che tratta de “I beni culturali nel diritto europeo: dalle fonti alla Corte Ue”, Antonella Galletti, dottore di ricerca e cultore di Diritto dell’Unione europea all’Unikore, che parla di “Patrimonio culturale, identità europea e diritto a partecipare alla vita culturale”, e infine Anna Sereni, ricercatrice di Archeologia cristiana e medievale alla Kore, che approfondisce “Il patrimonio culturale tra Europa e Mediterraneo, un’identità complessa da conoscere e ricostruire”.

Ad accogliere gli esponenti del mondo accademico è Cettina Rosso, presidente della Casa d’Europa e promotrice della Settimana europea federiciana: “Il primo seminario in calendario – dichiara – ci ha dimostrato che l’interesse alle tematiche europee attira studenti, politici, insegnanti, rappresentanti delle forze dell’ordine e semplici cittadini. I nostri relatori hanno tutti preso spunto dalle cronache attuali per riferirsi allo spirito europeista di Federico II che è sempre più fonte di grande ispirazione politica e sociale”.

A fare da sfondo al convegno, l’arazzo “Stupor Mundi” di Rosa Anna Argento, la mostra di elaborati realizzati dagli studenti delle scuole ennesi su Medioevo e Europa e la personale di pittura di Lidia Caselli.

Nel pomeriggio all’Encana di contrada Scifitello, anteprima dei giochi federiciani validi per la conquista del Palio 2019 da parte degli otto quartiere storici in gara, con il coordinamento di Giuseppe Castronovo. Scendono in pista cavalli e cavalieri bardati per l’antico rituale della Giostra della Rosa, curata dall’associazione Lo Sperone presieduta da Vincenzo Sgroi. Saranno sarà presente la corte del castellano di Castrum Jhoanni al completo.
A condurre la gara, il giornalista Riccardo Caccamo. L’ingresso è libero.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *