Sgarbi a Conte: "Si dimetta e vada in Cina" 

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


“Abbiamo perso tutto: la libertà, la scuola, il lavoro, abbiamo chiuso i cinema, i teatri, i ristoranti, i musei”

alternate text
(Fotogramma)
(Adnkronos)

“Abbiamo perso tutto: la libertà, la scuola, il lavoro, abbiamo chiuso i cinema, i teatri, i ristoranti, i musei. Non è una crisi al buio, è una crisi in piena luce”. Lo ha detto Vittorio Sgarbi, intervenendo in Aula alla Camera. “Lei ha perso la protezione del suo padrino che lo ha sfiduciato: Zingaretti non la voleva. Lei non è indispensabile, non è stato eletto, dunque sia onesto e responsabile: si dimetta e vada in Cina“. La situazione attuale “ha qualcosa di drammatico e di ridicolo”. Vittorio Sgarbi in aula alla Camera dopo le comunicazioni del premier Giuseppe Conte ricorda che “chi ha voluto questo governo, Renzi, non lo vuole più” mentre “chi non lo voleva, Zingaretti, adesso lo vuole”. “Non è un paradosso? Lei rimane e l’Italia se ne va”, conclude.




Source link


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.