Si è svolta l’iniziativa “Agira: usa, ricicla e rispetta”

Condividi l'articolo su:

Si è svolta nell’ambito della settimana europea per la riduzione dei rifiuti l’iniziativa di educazione ambientale “Agira: usa, ricicla e rispetta”.

Azione coordinata dalla Regione Siciliana dal Dipartimento delle Acque e dei rifiuti per individuare e segnalare microdiscariche e sensibilizzare i siciliani ai temi della riduzione dei rifiuti e potenziamento della raccolta differenziata. Tramite l’utilizzo di un’App e i social network. I partecipanti hanno scattato delle foto per segnalare una microdiscarica individuata nella periferia di Agira e hanno ricercato e trovato dei rifiuti pericolosi dispersi nell’ambiente.

Il generale Mario Piraino, invitato per l’occasione, ha identificato i rifiuti pericolosi e ne ha spiegato l’effetto dannoso sull’ambiente e sull’uomo.

Questa attività pratica è stata preceduta da due seminari, sempre, a cura del generale Mario Piraino, esperto in materia di sicurezza ambientale,  con gli studenti del Liceo linguistico Abramo Lincoln  e del Liceo delle scienze umane I.I.S. Fortunato Fedele di Agira.

I temi trattati sono stati la  “Classificazione dei rifiuti speciali”, con particolare riferimento ai rifiuti pericolosi e le schede di sicurezza dei prodotti, mentre l’altro argomento “Le regole per differenziare” è servito per sensibilizzare e spronare gli alunni nell’essere promotori e  attuatori di buone pratiche nelle proprie famiglie con l’obiettivo di aumentare la percentuale di materiale riciclabile nella nostra cittadina.

Si è parlato anche di adottare semplici accorgimenti nell’acquisto della spesa per la riduzione degli imballaggi. Alle attività  hanno partecipato l’amministrazione comunale, il funzionario del dipartimento regionale delle Acque e dei rifiuti, Lucio Arcidiacono, i volontari di protezione civile Onvgi Agira, i referenti dell’ente di formazione professionale Iripa Sicilia, i referenti del Cutgana (Centro Universitario per la Tutela e la Gestione degli Ambienti Naturali e degli Agroecosistemi ), supportati dalla General Montaggi che si occupa del servizio pubblico di raccolta urbana. In programma altre interessanti iniziative di sensibilizzazione ambientale.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *