Silvia Romano è a casa, l’abbraccio di Milano

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  



CRONACA





Silvia Romano è a casa, l'abbraccio di Milano


Sto bene, rispettate questo momento“. Sono queste le parole raccolte dalle telecamere e dai giornalisti che attendevano, fuori dall’abitazione milanese, Silvia Romano appena arrivata in via Casoretto. Diverse le persone che hanno accolto la giovane con un caloroso applauso. ‘Bentornata a casa Silvia’, è uno dei cartelli vicino alla porta di ingresso del suo condominio. Diverse le scritte e i cartelli vicino al parco Trotter, il quartiere multietnico dove la giovane è cresciuta.


Silvia ha ringraziato con lo stesso sorriso che ha mostrato anche a Ciampino, le persone che hanno aspettato il suo arrivo sfidando il tempo incerto di Milano. Con indosso la stessa lunga tunica islamica che ha attirato più di una critica e lo zaino nero in spalla, è scesa dall’auto e – protetta dalla polizia – ha percorso pochi passi prima che il portone del condominio di casa si chiudesse alle sue spalle, lasciando fuori i tanti giornalisti. Ad accompagnarla un lungo applauso delle tante persone in strada, ma anche dalle finestre di un quartiere che non l’ha mai dimenticata. Dopo 535 giorni di prigionia, Silvia è a casa e ha chiesto con poche parole ai cronisti rispetto per il momento che sta vivendo la sua famiglia.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.




[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: