Stabilizzazione personale precario Asu del Comune di Enna, le considerazioni della Uil-Fpl

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Quando si è chiamati a sottoscrivere un accordo ci si pone molte domande ossia se l’accordo che stai per sottoscrivere è il migliore oppure stai sottoscrivendo qualcosa che può presentare delle trappole.

Per quanto attiene alla stabilizzazione degli ASU (92) del Comune di Enna, riteniamo, al netto delle polemiche sia sul piano politico sia sul piano sindacale, che era il migliore accordo che l’amministrazione comunale poteva presentare al vaglio delle organizzazioni sindacali.

Il Comune di Enna è il primo comune della Provincia a non avere più precari, tutto il personale ha un contratto a tempo indeterminato.

Politicamente è un atto di grande levatura, poi ci sarà sempre qualcuno che andrà ad obiettare ma sta nelle cose della stessa politica.

È ovvio che dal primo di gennaio si dovrà lavorare per dare ai lavoratori ulteriori speranze che consistono in una adeguata riconoscenza della loro professionalità nonché eventuali migliorie anche dal punto di vista contrattuale.

All’interno dell’ex gruppo storico dei precari vi sono tantissimi lavoratori che possono fare carriera all’interno della macchina comunale.

Lavoreremo affinché tutto questo possa verificarsi”.

Giuseppe Adamo 

Segretario Generale UIL FPL Enna

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: