Storia “della Barbo Bros.” la storica fabbrica di mobili del Massachusetts, con un legame con Pietraperzia

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Daniele Barbo e Lucia Romano erano entrambi nati a Pietraperzia, in provincia di Enna, decisero di tentare, nel 1912, il “sogno americano”. Avevano già tre figli tutti nati a Pietraperzia: Leonardo “Leo” (nato  il 19 settembre 1903);  Carlo “Charles” (nato il 16 aprile 1906) e Rosario “John” (nato il 10 agosto del 1908).

La famiglia Barbo giunse ad “Ellis Island” sul piroscafo “Stampalia” (all’epoca Daniele, il padre, aveva cinquantadue anni, e Lucia, la madre, ne aveva quarantacinque). Stabilirono la loro residenza a Newton, contea di Middlesex, in Massachusetts. Qui Daniele si dedicò al mestiere che già faceva in Italia: il calzolaio. Dopo i primi tre figli ne arrivarono altri cinque.

Già nel 1933 i tre fratelli più grandi (Leonardo “Leo”, Carlo “Charles” e “Rosario “John”) iniziarono con una piccola ditta di falegnameria e costruzione di piccoli mobili a Newton. Gli affari andarono bene e così nacque la “Barbo Bros.” (specializzata nella produzione di mobili dalla finissima fattura – antica e moderna). Successivamente spostarono la loro attività a Stoneham (a nord di Boston) sempre in Massachusetts. Altri tre fratelli, successivamente,  entrarono nell’azienda che nella pubblicità veniva chiamata “The six Barbo Bros.” (arrivò ad occupare oltre 100 dipendenti) e qualificandosi come la migliore realtà del settore nel Massachusetts.

Diversi anni dopo fu aperto un punto vendita a Dedham e poi fu rilevata ed acquisita la “William C. Davis Furniture Company a Falmouth”. Infine altra realtà della “Barbo Bros.” nel confine occidentale di Cape Cod e Martha’s Vineyard. Ancora oggi la terza generazione porta avanti, con successo, l’attività della “Barbo Bros”.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: