Torino combatte ma perde ancora, 2-3 in casa contro Udinese

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 0
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  



SPORT





Torino combatte ma perde ancora, 2-3 in casa contro Udinese


Ancora una sconfitta in casa per il Torino, stavolta contro l’Udinese: 2-3 per la squadra di Gotti. Un Toro combattivo soprattutto nel secondo tempo, ribaltando un’abitudine degli ultimi tempi e un incredibile secondo tempo con due gol in due minuti per i Granata che agguantano un momentaneo pareggio, subito vanificato dall’Udinese due minuti dopo.


Il primo tempo chiuso sull’1-0 per gli ospiti con una rete di Pussetto al 25′, il secondo si apre con il raddoppio dell’Udinese al 54′ a cura del capitano De Paul, che appoggia delicatamente di interno destro nel confine destro della porta torinese. Riscatto orgoglioso del Torino in pochi minuti, con l’altro capitano, Belotti, che va in rete al 67′ e l’immediato al raddoppio il minuto dopo a cura di Bonazzoli dopo un astuto passaggio di tacco di Belotti.



Una scossa che fa intensificare il gioco, ma nel momento della riscossa granata ci pensa Nestorovski a schiacciare i ragazzi di Giampaolo al 70. Tre gol in quattro minuti galvanizzano le squadre ma malgrado l’innalzamento evidente del gioco e la voglia di riscossa di un Torino combattivo fino all’ultimo il risultato si ferma sul 3 a 2 per gli ospiti alla fine di 5 minuti di recupero.


Momento negativo per la squadra di Giampaolo alla terza sconfitta casalinga, come testimoniato anche dalle tensioni nello spogliatoio testimoniate da Tomas Rincon a Sky Sport prima dell’incontro: il confronto “c’è stato. Quello che succede nello spogliatoio rimane lì. Ripeto, siamo i primi a essere consapevoli di questa situazione e siamo i primi a volerne uscire. Il Torino non c’entra nulla con questa classifica. Ora dobbiamo giocare senza paura e facendo ciò su cui stiamo lavorando. Siamo noi i primi a essere consapevoli del momento che il Torino sta vivendo. Ci siamo messi noi nella condizione di non poter viverlo con un po’ più di tranquillità, ma è parte di questo percorso. La squadra sta lavorando bene. Le prestazioni ci sono sempre state, ma nel calcio i punti vanno conquistati, non meritati. Ci siamo fatti un esame di coscienza e sappiamo che per uscirne dobbiamo rimanere un gruppo compatto”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.






Source link


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 0
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.