Trading online: perché viene preferito allo sportello bancario?

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Negli ultimi due decenni, la tecnologia ha radicalmente mutato la vita di ogni singolo cittadino del pianeta. Migliorandola, sensibilmente. Basti pensare, ad esempio, alla possibilità di essere interconnessi pur vivendo a migliaia di chilometri di distanza, grazie alla grande rete telematica. Una semplificazione della nostra quotidianità che, oggi, viene data per scontata, ma solo vent’anni fa sembrava inimmaginabile. Grazie alla grande rete telematica, invece, è diventata possibile.

Trading online: risparmio assicurato in termini commissionali

Non fa difetto in tal senso, anche il mondo finanziario, che è stato radicalmente mutato dalla prepotente e assai positiva avanzata della tecnologia e del grande sfruttamento che ogni singolo cittadino fa della stessa. L’esempio più eclatante, a tal proposito, è rappresentato dal mondo azionario. Se un tempo, infatti, le operazioni venivano eseguite fisicamente dagli operatori nelle borse di tutto il mondo, oggi, invece, le transazioni vengono effettuate online: dalle urla dei borsisti ai polpastrelli dei trader, il mondo finanziario ha letteralmente cambiato volto. E con esso, di riflesso, quello dei piccoli risparmiatori. Il passaggio non è stato di certo breve. Ma col passare del tempo, la maggior parte dei cittadini ha compreso gli indubbi vantaggi che offre il mondo finanziario utilizzando i canali remoti come pc, tablet o smartphone.

Tutto questo si racchiude in una parola sola: trading online. Un nome, oramai, diventato largamente diffuso su larga scala, che moltissimi risparmiatori italiani hanno fatto proprio. Ma perchè sempre più persone, nel mondo, optano per l’operatività tramite la grande rete telematica? Ad impattare, in primis, è senza alcun dubbio l’aspetto economico. Detenere un deposito titoli presso un istituto di credito, infatti, comporta soventemente delle significative spese di gestione, le quali, abbinate all’imposta di bollo dello 0,20%, spesso vanno ad impattare sul rendimento finale complessivo. Nei portali finanziari, invece, queste spese, ad eccezione della citata imposta di bollo, non vengono applicate, se non in rarissimi e sporadici casi.

Portali finanziari: quali sono le variabili da tenere in considerazione?

Ma a rendere ancora più competitivo il trading online rispetto al canale bancario è, indubbiamente, la grande convenienza nell’esecuzione delle operazioni. Si pensi, ad esempio, alle spese che vengono applicate allo sportello bancario quando si decide di acquistare o vendere un titolo azionario, che ammontano, mediamente, ad uno 0,75% del controvalore complessivo dell’operazione eseguita. Grazie al trading online, invece, la spesa, di norma, si riduce dell’80%, toccando quota “0” in svariati casi grazie ai cosiddetti “bonus d’ingresso” che svariati portali finanziari concedono a coloro che si registrano per la prima volta. Prima di operare, concretamente, con i propri soldi, molti siti finanziari concedono la possibilità di provare l’ebbrezza dei mercati finanziari in maniera totalmente gratuita grazie ai cosiddetti “conti demo”.

Un’opzione, quest’ultima, particolarmente gradita dai tanti risparmiatori che, per la prima volta, decidono di investire sfruttando le grandi potenzialità della rete telematica: un po’ di “allenamento”, ovvero la demo, prima di “scendere in campo”, ossia investire concretamente i propri soldi, può essere d’aiuto. Per impratichirsi col trading, inoltre, i migliori portali finanziari offrono delle guide, redatte in modo semplice e chiaro, che possono consentire all’investitore di conoscere meglio i meccanismi che si celano dietro al mondo della finanza, spesso sconosciuto alla vasta platea dei risparmiatori. Le variabili da considerare quando si sceglie un portale finanziario, quindi, sono molteplici. E non sono facili da individuare per la maggior parte delle persone. Esistono, però, alcuni siti che possono semplificare ed agevolare l’investitore nella scelta di un portale finanziario serio, sicuro, affidabile ed in grado di fornire un grande supporto all’utente: il Trading Online by Transitionstrading, ad esempio, aiuta e semplifica la vita dell’investitore, fornendo utili consigli  e la possibilità di scegliere il portale finanziario più adatto alle esigenze di ogni risparmiatore.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: