Tridico: "Dati Cig sono on line ma non tutti li sanno leggere" 

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Il presidente dell’Inps smentisce ritardi per 1,2 milioni di domande: “Un dato assolutamente falso”

alternate text
Foto Fotogramma
(Adnkronos)

“Noi mettiamo tutti i dati online ma bisogna anche saperli leggere. E non sempre si sanno leggere soprattutto quelli relativi alla cig il cui processo è complicato e non si esaurisce se non dopo 2 – 3 mesi in una interlocuzione continua con l’azienda”. E’ il presidente Inps, Pasquale Tridico a tornare sul caso, sollevato dalla stampa, relativo ad un ritardo per cui 1,2 mln di domande cig sarebbero ancora da smaltire.


Leggi anche
  • Gualtieri: “Ci sono risorse per prolungare cassa integrazione”

“Un dato assolutamente falso”, ripete spiegando, nel corso di una convegno organizzato dalla Flepar, come appunto “la domanda di cig che tutte le aziende fanno, visto che la cassa oggi è completamente gratuita, non necessariamente si trasforma in una richiesta di pagamento. E comunque ha bisogno, a consuntivo, cioè entro la fine del mese successivo a quello di sospensione dal lavoro, di una comunicazione delle ore effettivamente effettuate di risposo”.

Solo così’ l’Inps dunque può procedere al pagamento: “ma molto spesso le aziende non ce la fanno a mandare tutti i dati per tempo. Anzi, stamattina ho avuto in incontro utile con gli intermediari delle imprese che chiedono più tempo per mandare le domande cig, non ce la fanno a rispettare quanto previsto dal legislatore”, aggiunge.



Source link


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.