Troina, a Padre Ferlauto l’intitolazione del tratto viario tra la villetta Coutances e la Casa Bivio ed il largo di Parapià

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Approvata all’unanimità dal consesso civico, nella seduta svoltasi ieri al palazzo municipale, la proposta di delibera dell’amministrazione comunale di intitolare al fondatore dell’Oasi Maria Santissima padre Luigi Ferlauto, scomparso il 12 settembre 2017, il tratto viario compreso tra la Villetta Coutances e la Casa del Bivio ed il largo recentemente riqualificato di contrada Parapià.

“È obbligo di ogni amministrazione – ha spiegato il sindaco Fabio Venezia – ,  ricordare gli uomini che hanno contribuito al progresso della sua comunità, di non dimenticarli, ma di promuoverne il ricordo. Padre Ferlauto è stato uno dei troinesi più illustri e dei figli migliori della nostra terra, che ha cambiato profondamente non solo la realtà locale, ma è andato ben oltre, riuscendo ad essere anche un grande siciliano, un grande italiano ed un uomo con margine d’azione in contesti internazionali”.

L’iniziativa, prima di una lunga serie di tasselli per ricordare il sacerdote troinese a tre anni dalla sua dipartita ed in vista del centenario della nascita, che ricorre tra due anni, è stata positivamente accolta anche dal clero troinese, dalle volontarie, dai vertici amministrativi dell’Istituto e dal suo presidente don Silvio Rotondo, presenti in aula, che hanno manifestato l’intenzione di collocare all’interno dell’area di Parapià una grande scultura alta sei metri, per ricordare il fondatore dell’Oasi ed ideatore della “Città Aperta”.

“Il modo più nobile per ricordare padre Ferlauto – ha proseguito il primo cittadino – , è quello di coltivarne il valore della memoria. Abbiamo deciso di intitolargli non un luogo a caso, ma che avesse un significato simbolico importante, in quanto costeggia la Cittadella dell’Oasi e l’ingresso del Villaggio Cristo Redentore e guarda alla Domus Mariae, da cui è possibile ammirare tutte le sue opere costruite per la città ed i disabili, oltre ad essere stato più volte individuato e sollecitato da lui stesso per essere degnamente riqualificato”.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: