Troina, al sindaco Fabio Venezia il “Riconoscimento alla memoria di Pio La Torre”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Conferito stamane a Bologna, al sindaco Fabio Venezia, il “Riconoscimento alla memoria di Pio La Torre” per l’impegno politico e civile per la democrazia, la legalità, i diritti.

La cerimonia di consegna del Premio, conferito da Avviso Pubblico, Cgil e Federazione Nazionale della Stampa Italiana (FNSI) a sindacalisti, amministratori pubblici e giornalisti che con il loro operato si sono distinti nella difesa della democrazia, nella prevenzione e nel contrasto alle mafie, alla corruzione, all’illegalità e per la diffusione di una cultura della legalità e della responsabilità, si è svolta nella “Sala Di Vittorio” della Camera del Lavoro Metropoltana del capoluogo emiliano, in occasione del 37° anniversario dell’approvazione della legge Rognoni-La Torre, che introduce per la prima volta nell’ordinamento italiano il reato di associazione di tipo mafioso.

É per me un grande onore ricevere un così prestigioso riconoscimento dedicato alla memoria di un grande siciliano come Pio La Torre – spiega il primo cittadino di Troina – ,  che ha dedicato il suo impegno politico per combattere le ingiustizie e il potere mafioso. Sento il dovere di ringraziare la Federazione Nazionale della Stampa Italiana, Avviso Pubblico e la CGIL per aver pensato di premiare l’esperienza amministrativa che stiamo portando avanti nel cuore della Sicilia. Dedico questo riconoscimento ai miei collaboratori che, con spirito di abnegazione e non comune passione civile, accompagnano ogni giorno il difficile e tortuoso cammino di riscatto della nostra terra“.

Il Premio, in memoria del sindacalista e parlamentare, noto per il suo impegno sui temi della lotta alla mafia, per la pace, la democrazia e la legalità, ucciso a Palermo il 30 aprile 1982, insieme al suo collaboratore Rosario Di Salvo, è giunto quest’anno alla sua terza edizione e, nel 2018, è stato conferito al sindaco di Riace Mimmo Lucano.

All’incontro, apertosi con i saluti del figlio di Pio La Torre, Franco, presieduto da Stefania Pellegrini, direttrice del Master Pio La Torre in “Gestione e riutilizzo di beni e aziende confiscati alle mafie” dell’Università di Bologna e membro della giuria del Premio, sono intervenuti: l’onorevole Rosy Bindi; il vicepresidente di Avviso Pubblico Massimo Mezzetti; il segretario Cgil Giuseppe Massafra; il giornalista e responsabile Legalità della Federazione Nazionale della Stampa Italiana Michele Albanese; la giornalista de Il Sole 24 Ore Serena Uccello; il docente universitario e saggista Isaia Sales.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: