Troina, avviati nel 2021 38 cantieri per 36 milioni di euro di opere pubbliche nel 2021

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un avvio di 38 nuovi cantieri, per un importo complessivo di 36 milioni di euro, che andranno a sommarsi ai 12 già avviati nel 2020, trasformando la città in un cantiere a cielo aperto.

È il piano delle nuove opere pubbliche che, dopo l’incessante attività di programmazione degli ultimi anni, che ha visto il Comune di Troina molto attivo nel reperimento di finanziamenti europei, nazionali e regionali, segnerà un punto di svolta nel 2021.

Negli ultimi anni –  spiega il sindaco Fabio Venezia – , abbiamo fatto la scelta lungimirante di istituire l’Ufficio Europa e l’Ufficio Progettazione, creando un grande team di lavoro che ha coinvolto in prima persona gli amministratori locali, i dipendenti comunali e i professionisti del territorio. Oggi, il Comune di Troina è una delle più attive stazioni appaltanti a livello regionale”.

Il grosso dei cantieri riguarderà la messa in sicurezza del territorio, con il consolidamento del versante di “Monte Muganà” (1 milione 270 mila euro) e del versante nord della Rocca San Pantheon (1milione 320 mila euro), la mitigazione del dissesto idraulico attraverso la realizzazione di un ponte nel fiume Troina (1 milione 704 mila euro), il consolidamento del versante sud-ovest del quartiere “Borgo” e di contrada “Candela” (2 milioni 998 mila 600 euro) e diversi altri interventi di messa in sicurezza in corso Enna, via Delle Stelle, via Cesare, contrada Castile, via Donatori del sangue e contrada Pirato-Failla (1 milione 850 mila euro).

Sono, altresì, previsti significativi interventi sul versante ambientale, come il secondo lotto della bonifica della discarica di contrada Nunziatella (1 milione 70 mila euro), le ristrutturazioni e l’adeguamento degli impianti di depurazione in contrada Schiddaci (1 milione 235 mila euro) e in Contrada San Michele (1 milione 235 mila euro) e la realizzazione di interventi di prevenzione nel parco urbano “Piano Fiera” (499 mila euro).

Riguardo l’efficientamento energetico degli edifici pubblici, sono previsti appositi lavori negli uffici comunali  di via Graziano (1 milione 180 mila euro), nei plessi scolastici “Mulino a vento” (969 mila euro) e “San Michele” (383 mila euro) e nell’asilo nido comunale ( 448 mila euro).
Nei boschi demaniali di proprietà del Comune di Troina e gestiti dall’Azienda Silvo-Pastorale, partiranno due cantieri relativi alla sistemazione dei rifugi “Interleo” e “Acquacernuta” (200 mila euro) ed i lavori per la prevenzione dei danni da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici (962 mila euro).

Ingenti risorse riguarderanno, invece, la riqualificazione del centro storico: dalla realizzazione di una strada di collegamento tra la via Fisicaro e il parcheggio di via Rizza (1 milione 249 mila euro) ai lavori di riqualificazione e recupero delle strade adiacenti a via e piazza Conte Ruggero (1 milione 998 mila euro), dal Programma integrato per il recupero e la riqualificazione del centro storico (3 milioni 218 mila euro) ai lavori di riqualificazione delle vie Roma e Schifani (698 mila euro).
Non mancheranno i cantieri relativi alla valorizzazione culturale e all’offerta turistica del territorio: il restauro dell’ex Convento del Carmine per la realizzazione di un Museo civico d’arte contemporanea (998 mila euro), la realizzazione degli impianti tecnologici nell’ ex cine – teatro Trionfo (147 mila euro), il restauro conservativo della caserma-rifugio “Sambuchello” per finalità ricettive inerenti la fruizione del Parco dei Nebrodi ( 2 milioni 498 mila euro), la realizzazione di un percorso turistico per la valorizzazione dell’area boscata e del sito archeologico di Monte Mugana’ (250 mila euro) e il restauro e l’adeguamento funzionale del palazzo Sollima (1 milione 806 mila euro).
Due i cantieri che riguarderanno il miglioramento dell’impiantistica sportiva: il rifacimento della copertura del Centro sportivo polivalente “Nelson Mandela” (250 mila euro) e la ristrutturazione della palestra comunale “Don Pino Puglisi” (1 milione 400 mila euro).
Altri interventi riguarderanno l’adeguamento sismico e funzionale del corpo superiore “E” ed “F” del complesso scolastico “Don Bosco” (3 milioni 330 mila euro), la realizzazione di un parco giochi inclusivo nella villetta comunale “San Pio” (50 mila euro) e la riqualificazione funzionale dell’edificio ex Collegio Maria Addolorata (312 mila euro).

L’avvio di tutti questi cantieri – aggiunge il vice sindaco ed assessore ai lavori pubblici Alfio Giachino – ,  avrà anche molte ricadute positive per l’economia del territorio: dall’occupazione, che grazie ad una clausola inserita nei capitolati d’appalto prevede che il 50% della manodopera debba essere locale, alle forniture, dai subappalti a tutto l’indotto che potrà portare questa imponente mole di lavori”.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.