Troina, previsti contributi fino al 50% per la promozione dei prodotti locali a fiere, mostre e rassegne

Condividi l'articolo su:

Un contributo massimo del 50% per le spese ammissibili, con iva esclusa, e non superiore ai 2 mila euro annui per ogni impresa richiedente.

È quanto prevede il nuovo regolamento comunale per la concessione di contributi alle attività produttive locali, che sostituisce il precedente, finalizzato alla promozione dei prodotti attraverso la partecipazione a manifestazioni fieristiche, mostre e rassegne, approvato dalla maggioranza del consesso civico.

La misura, ideata dall’amministrazione comunale con lo scopo di incentivare la crescita delle imprese troinesi, è rivolta alla partecipazione di singole imprese a fiere di carattere regionale, nazionale ed internazionale ed all’organizzazione diretta, da parte di consorzi, organizzazioni di imprenditori, associazioni di categoria e spontanee, di attività finalizzate alla promozione dei prodotti locali, a partire dal territorio comunale fino all’estero.

Sempre nella stessa ottica già intrapresa di valorizzazione dei nostri prodotti e delle nostre aziende – spiega l’assessore alle attività produttive e allo sviluppo economico Giuseppe Schillaci – , abbiamo deciso di intervenire in maniera più puntuale nell’erogazione di contributi alle nostre aziende locali, per favorirne la promozione, il marketing e la crescita produttiva. Un’importante novità è infatti la possibilità di partecipazione, oltre alle imprese già regolarmente iscritte alla Camera di Commercio, anche per le associazioni di categoria, le associazioni sindacali e datoriali, i consorzi stabili e temporanei di imprese, ma anche le semplici associazioni tra le aziende, per favorire la promozione congiunta e settoriale di prodotti e servizi“.

Nello specifico, i contributi saranno così erogati: fino a 500 euro per l’allestimento dello spazio espositivo a mostre, fiere e rassegne varie su territorio regionale, 800 euro su quello nazionale e 1.200 su quello estero; fino a 200 euro su territorio regionale, 400 euro su quello nazionale e 800 euro su quello estero per il trasporto di prodotti, stands, attrezzature e materiale promozionale; fino a 100 euro su territorio regionale, 200 euro su quello nazionale e 400 su quello estero per il viaggio di andata e ritorno, per una sola persona, con mezzi pubblici, propri o a noleggio, per il periodo compreso tra il primo giorno dell’evento e quello successivo alla sua conclusione; 35 euro per il pernottamento di una sola persona, a decorrere dal giorno prima dell’evento fino al giorno successivo alla sua conclusione, solo se fuori dal territorio provinciale; fino a 1.500 euro su territorio regionale e 2 mila su quello nazionale ed estero per l’organizzazione diretta di mostre, convegni e attività varie di promozione.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *