Troina, si è svolta domenica 18 agosto la seconda edizione di “Ti racconto l’Aurora”

Condividi l'articolo su:

Si è svolta a Troina, alle prime luci del mattino di domenica scorsa, la seconda edizione di “Ti racconto l’Aurora”, il concerto all’alba promosso dall’Associazione Culturale “Arcadia” e patrocinato dal Comune di Troina. Anche quest’anno numerosissimi partecipanti troinesi e non, si sono ritrovati alle 5:00 del mattino ai piedi dell’antico rudere del Monastero di San Michele il Nuovo, seduti sull’erba, avvolti tra plaid e coperte, ad attendere il Sole che si è mostrato ai presenti in tutta la sua maestosità, colorando i volti assonnati ma sereni e dando forma alle cose, insinuandosi tre le ombre di una notte illuminata da una splendida luna.

Dopo l’esperienza dello scorso anno con il pianoforte, questa volta l’Arcadia ha scelto la magia degli archi con il Maurice Cello Ensemble, composto dai cinque giovanissimi violoncellisti Daniele Lorefice, Giulia Strano, Francesco Angelico, Cecilia Costanzo e Francesco Musumeci. Una formazione molto particolare, straordinaria se si pensa che fra tutti gli strumenti è forse proprio il violoncello quello più simile alla voce umana.

Suoni evocativi quelli ascoltati dai presenti in un viaggio che ha abbracciato oltre 300 anni di musica passando per compositori quali Purcell, Mozart, Wagner, Bizet, Ravel e Piazzolla. Toccante anche l’esecuzione de “Il Sogno di Tristano” di Luigi Casabona, un omaggio che i violoncellisti hanno voluto fare al compositore troinese.

“Promuovere un evento simile non è facile” afferma il Presidente dell’Arcadia, Danilo Testa, “E’ una corsa senza tempo, perché il Sole non aspetta. Calcoliamo bene gli orari, ci ritroviamo a fare dei veri e propri calcoli astronomici per far sì che tutto sia perfetto ed esattamente come lo abbiamo immaginato. Per non parlare dell’acustica, un vero e proprio studio per evitare di utilizzare amplificazione e consentire a tutti, anche ai più lontani, di sentire perfettamente tutto”.

Ed effettivamente la natura non ha ancora tradito l’Arcadia che sembra avere ormai lanciato un evento estivo molto atteso dalla comunità locale e non solo. Anche quest’anno “Ti racconto l’Aurora” ha attratto mattinieri provenienti dai paesi limitrofi di Cerami e Gagliano, ma anche da Valguarnera e addirittura da Catania.

“Adesso abbiamo altre nuove idee in cantiere” prosegue Danilo Testa “al momento stiamo studiando le stelle per proporre qualcosa di molto particolare e anche in questo caso mai visto, ma non possiamo anticipare nulla”.

Al termine del concerto, sotto il torpore gentile dell’alba, l’Arcadia ha offerto ai convenuti una calda e nutrita colazione, un modo semplice per ringraziare coloro che con entusiasmo hanno accettato di buon grado di levarsi nel cuore della notte per correre ad incontrare il Sole, un Sole diverso perché invocato dalla potenza sovrumana della musica.

 


Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *