Vaccini, finanziamento al Gvgh di Siena contro 2 infezioni resistenti

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


alternate text
Il direttore di Gvgh, Francesco Berlanda Scorza
Milano, 1 mar. (Adnkronos Salute)

Una ‘iniezione’ di fondi per la ricerca di vaccini contro due gravi infezioni batteriche, lo streptococco di gruppo A e la salmonella invasiva. Carb-X (Combating Antibiotic-Resistant Bacteria Biopharmaceutical Accelerator) ha annunciato la decisione di finanziare Gsk Biologicals e la sua affiliata, il Gsk Vaccines Institute for Global Health (Gvgh) con sede a Siena, per lo sviluppo di due nuovi vaccini volti alla prevenzione di infezioni che uccidono ogni anno migliaia di persone in tutto il mondo e per cui non esiste ancora un vaccino disponibile. I fondi erogati, se gli obiettivi di progetto verranno raggiunti, ammonteranno a oltre 18 milioni di dollari.


E’ la prima volta che Carb-X – che fa capo all’università di Boston e che include fra gli altri il Wellcome Trust, la Bill & Melinda Gates Foundation (Bmgf) e il National Institute of Allergy and Infectious Diseases (Niaid) – assegna questo tipo di finanziamento nel nostro Paese, sottolinea GlaxoSmithKline (Gsk) in una nota. “I vaccini sono una delle armi più potenti per la lotta contro l’antibiotico-resistenza – afferma Erin Duffy, R&D Chief of Carb-X – Non solo prevengono l’infezione, ma riducono anche l’uso degli stessi antibiotici. E’ importante quindi sostenere lo sviluppo di terapie innovative, preventive e diagnostiche per gestire al meglio le infezioni batteriche resistenti agli antibiotici stessi”.

Gvgh vanta oltre 10 anni di attività, riferiscono da Gsk. L’Istituto opera all’interno del Centro ricerche Gsk Vaccines di Siena e conta circa 50 collaboratori. Lo streptococco di gruppo A e la Salmonellosi sono entrambi parte del suo portfolio progetti. “Gvgh è impegnato ogni giorno a lavorare con i partner per sviluppare vaccini efficaci e a basso costo che proteggano le comunità vulnerabili da alcune delle malattie più diffuse che causano un’elevata morbilità e mortalità nei Paesi in via di sviluppo – dichiara il direttore di Gvgh, Francesco Berlanda Scorza – Grazie al supporto di Carb-X, abbiamo l’opportunità di portare avanti lo studio di vaccini innovativi contro la salmonella e lo streptococco di gruppo A e contribuire alla lotta contro la resistenza antimicrobica”.

Oltre 2 miliardi di persone nel mondo sono a rischio di contrarre malattie infettive, ricorda la nota. E’ guardando a dati come questi che Gvgh porta avanti la propria missione. Il modello è innovativo, rivendica Gsk: i ricercatori dell’Istituto svolgono all’interno del centro la ricerca e le prime fasi di sviluppo clinico di un vaccino che poi viene trasferito a partner esterni per completare gli studi clinici per la registrazione, la produzione e la distribuzione. Dal 2008 l’Istituto ha portato avanti molteplici progetti per lo sviluppo di nuovi vaccini.



Source link


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.