Ve siete riscordato la menzione”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


‘Eppure stamo qui, nella nazione. Nemmanco una parola? ‘Nce se crede’


SPETTACOLO





Stefano Fresi, appello in romanesco a Conte: Ve siete riscordato la menzione!


Sor presidente mio che vi succede? Ve siete riscordato la pensione? Eppuro stamo qui, nella nazione. Nemmanco una parola? ‘Nce se crede”. Stefano Fresi sceglie Twitter e il romanesco per fare un appello al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nei giorni che seguono la controversa riapertura del governo alla ‘fase 2’ della pandemia. L’attore romano in un video si rivolge al premier, per sottolineare che il mondo dello spettacolo è stato ‘dimenticato’ dallo Stato in questa seconda fase.


Stamo rinchiusi nell’abitazione, a fà scenette a chi ce le richiede, a dà conforto, a faje batte il piede, cantando con ‘mpò de recitazione -dice Fresi- Perciò ‘na cosa qua bisogna dilla: ma pensa ‘mpo’ se in questa quarantena l’arte nun poi vederla né sentilla. Ma sai sì, quanta noia e quanta pena?”. Il bravo attore romano conclude poi così il ‘sonetto’ dedicato a Conte: “Noi semo artisti, gente che non strilla. Ci abbasta che ce nominino appena“.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.


TAG:
romanesco, Stefano Fresi, Giuseppe Conte, pensione, appello a conte, appello mondo dello spettacolo a conte, attori italiani coronavirus, ultime notrizie coronavirus, fresi appello a conte, fase 2, fase 2 spettacolo, fase 2 coronavirus, fase 2 conte



[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: