Villadoro, organizzata nella casa alloggio “Esmeralda” la tipica tavolata di San Giuseppe – FOTO & VIDEO

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La casa alloggio “Esmeralda” di Villadoro, ha organizzato, in occasione della festa di San Giuseppe, il 19 marzo, la tipica tavolata presso la propria sede.

Nonostante il periodo poco favorevole per la convivialità, la direttrice Claudia Fontana, il presidente della cooperativa Nicola Fascetto Tamburino, Felice Rovello insieme a tutti gli operatori, hanno cercato di non far sentire anche la mancanza di questa tradizione agli ospiti della struttura.

Da qualche settimana, infatti, a causa del virus in circolazione, gli anziani della casa alloggio, non possono ricevere visite dai familiari, e questo ha minato molto alla tranquillità di tutti. Quindi le attività ricreative e conviviali all’interno della piccola comunità “Esmeralda” sono state e continuano ad essere necessarie, oltre che per i nonnini, anche per tutti gli operatori e per le famiglie che da fuori videochiamano i loro cari.

Molte pietanze per la tavolata, sono state amorevolmente preparate dagli ospiti della struttura: dalla pulitura alla cucina hanno fatto di ogni singolo alimento un’opera d’arte per le papille gustative di tutti i commensali presenti.

La tavolata, adornata da un maestoso altare è stata sapientemente messa in opera dagli osa e oss e volontari della struttura, sotto la vigile ed entusiasta attenzione di Felice Rovello che ha dichiarato: “In questo momento di grande paura, abbiamo sentito ancora più forte il bisogno di sentirci come una grande famiglia, e di consentire ai nostri nonnini di sentirsi come quando erano nei focolai delle loro case a pregare e preparare per il nostro San Giuseppe”.

Il pranzo è stato infine consumato, attorno all’altare, alla presenza degli ospiti della casa alloggio. La collaborazione delle famiglie e dei molti volontari della zona è stato ingente: finocchi e cardi sono stati raccolti e donati alla casa alloggio, il pane è stato offerto dalla signora Pina Di Marco per la riuscita della tavolata che anche se è stata a porte chiuse, sicuramente ha fatto in modo che San Giuseppe potesse intercedere per tutti in questo momento di vera difficoltà.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: