Vitalizi, in piazza l’orgoglio M5S

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


Vitalizi, in piazza l'orgoglio M5S


di Antonio Atte


In una Piazza Santi Apostoli gremita per la manifestazione anti-vitalizi il Movimento 5 Stelle batte un colpo e prova a rilanciarsi. Per l’occasione i pentastellati rispolverano i cari, vecchi slogan anti-casta (compreso l’inno ‘Ognuno vale uno’ che accompagnò la cavalcata verso le elezioni del 2013, quelle del boom) pur essendo, da quasi due anni, forza di governo. Dopo il passo indietro come capo politico Luigi Di Maio si riprende la scena: i cori dei militanti e i riflettori sono tutti per lui, mentre dal palco della piazza Di Maio dice che bisogna difendere le riforme del M5S, dal reddito di cittadinanza alla prescrizione.



Un assist al Guardasigilli Alfonso Bonafede, che sotto al palco Di Maio abbraccia, al termine della manifestazione, insieme a Vito Crimi. “Dopo tanti opportunisti abbiamo un ministro della Giustizia tutto d’un pezzo e noi lo dobbiamo difendere”, scandisce il titolare della Farnesina. Bagno di folla poi per l’ex leader, che si ‘lancia’ nella piazza per ricevere l’affetto dei suoi sostenitori: scene che dimostrano come Di Maio sia ancora percepito come un punto di riferimento importante dalla base, anche nell’ottica della futura corsa alla leadership. E, sebbene il focus della manifestazione siano i vitalizi, in piazza spuntano cartelli con la scritta ‘No alle alleanze’, sulla scia della ‘terza via’ più volte evocata da Di Maio: molti militanti provano a dettare la linea in vista degli Stati Generali, ribadendo la propria contrarietà ad un accordo strutturale con il centrosinistra.


M5S contro i vitalizi, al via la protesta /Video


Buffagni: “Sardine sono diventate caviale ormai” /Video


Trizzino: “La piazza va ascoltata e mai usata”


M5S, Crimi: “Non temiamo elezioni”


L’inviato Iene Filippo Roma insultato da attivisti M5S


Accordo auspicato invece da una parte del gruppo parlamentare. Per esempio, il deputato Trizzino – assente oggi in piazza come diversi suoi colleghi – dice all’Adnkronos: “Non trascuriamo nulla che aiuti il paese ad evitare un governo con questa destra reazionaria, alleanze comprese”. E sulla manifestazione osserva: “La piazza va ascoltata e mai usata”. Paola Taverna, madrina della manifestazione e possibile aspirante leader, suona la carica dal palco: “La nostra forza da quando siamo entrati in Parlamento non è cambiata, noi siamo una forza che non si può abbattere”. Crimi avverte: “Nessuno deve toccare quello che abbiamo fatto, nessuno deve toccare il reddito di cittadinanza, la spazzacorrotti, nessuno deve mettere becco sulla prescrizione”. Il Guardasigilli Bonafede invita a proseguire il dialogo con tutti “senza cedere alle provocazioni” perché così “si fa solo il gioco dei provocatori”.


Di Maio, folla lo interrompe con inno nazionale e lui canta /Video


A margine dell’evento parlano anche ministri come Stefano Patuanelli e Federico D’Incà. Il capo del Mise apre a un accordo col Pd e con le altre forze progressiste in alcune Regioni ma “sui temi” e non in modo strutturale. Il ministro per i Rapporti col Parlamento invece assicura che il governo giallorosso durerà fino al 2023. Sullo sfondo resta il tema degli Stati Generali, dove il M5S proverà a disegnare il suo futuro assetto chiarendo la propria collocazione politica: martedì è in programma una riunione alla Camera sul tema. Allo stesso tempo resta da sciogliere il nodo alleanze: oggi una parte della piazza di Roma ha dato un segnale chiaro, ribadendo il no all’abbraccio coi dem alle regionali. Ma domani a Genova si giocherà una partita importante, perché attivisti, eletti locali e nazionali si incontreranno per decidere se dar vita a un progetto civico col centrosinistra. Il discorso resta aperto anche in Campania, nonostante l’ala dimaiana spinga per una corsa solitaria. Intanto, il M5S si gode il suo ritorno tra la gente e dopo una settimana di tensioni in maggioranza prova a tirare un sospiro di sollievo.


Bonafede: “Rivendichiamo battaglie e risultati del M5S” /Video


Da piazza coro di ‘no’ ad alleanza col Pd a regionali


Gli ex parlamentari: “Noi non ci arrendiamo”


DI MAIO E CRIMI – A fine manifestazione Di Maio e Crimi intervengono di nuovo con post su Facebook. “Oggi, più che mai, abbiamo percepito il calore di una piazza meravigliosa – scrive Di Maio – Gente proveniente da ogni parte d’Italia, che ci ha trasmesso tanta energia. Vi prometto che in ogni tappa che farò all’estero porterò con me una piccola parte del vostro entusiasmo. Mi servirà a far capire alle persone che incontrerò che il nostro Paese è composto da gente perbene, capace e che non molla. Ma soprattutto, che pensa al futuro, al futuro dei propri figli. Questa è l’Italia che sono orgoglioso di rappresentare in giro per il mondo”. “A ogni singola persona presente in piazza oggi a Roma voglio dire: grazie. Daremo sempre il massimo per portare avanti le istanze di ogni singolo cittadino che crede in un Paese migliore, più bello e pieno di speranza”, conclude Di Maio.


“Vorrei potervi ringraziare tutti, uno ad uno – si legge nel post di Crimi – Oggi in piazza c’erano tante, tantissime persone. C’era chi ha lavorato una vita intera per meritarsi la pensione. C’era chi lavora, ogni giorno, per arrivarci. Oggi in piazza c’erano persone con una dignità, semplice e potentissima, giunte a chiedere rispetto. Queste persone non meritano una politica che si approfitti di loro, che regala vitalizi e privilegi a chi trascorre pochi anni in Parlamento. Il vitalizio non è un merito. È un abuso, una vergogna che deve rimanere nel passato del nostro Paese”. “Qualcuno ha detto che oggi ‘il MoVimento si è ripreso la piazza’. No, il MoVimento 5 Stelle non si è “ripreso” niente. Nessuna piazza è mai appartenuta al MoVimento, come non è mai appartenuta ad alcun partito politico, o leader, o altro soggetto. Le piazze appartengono ai cittadini, alle loro voci, idee, valori, diritti. E noi non abbiamo mai abbandonato i cittadini” sottolinea il capo politico del Movimento 5 Stelle.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.



[themoneytizer id="16037-28"] [themoneytizer id="16037-16"]


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: