Zone Franche Montane. Trentacoste (M5S): “Opportunità di sviluppo, incontro al Senato su ddl”

Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

ARTICOLO PUBBLICATO IL 6 Maggio 2021

Un confronto sullo stato attuale dell’iter della legge obiettivo istitutiva delle Zone franche montane in Sicilia“. Se ne è discusso oggi al Senato, nel corso dell’incontro organizzato dal senatore del MoVimento 5 Stelle Fabrizio Trentacoste dal titolo “Zone Franche Montane in Sicilia: un’opportunità di sviluppo”, al quale hanno preso parte il senatore del M5S, Emiliano Fenu, relatore del disegno di legge, il sindaco di Marianopoli (CL) Salvatore Noto, Maurizio Pascucci, consigliere comunale di Corleone (Pa), l’ex sindaco di Cefalù e coordinatore regionale del Comitato ZFM Vincenzo Lapunzina e la sen. Cinzia Leone.

Sono oltre 130 i comuni siciliani, con oltre il 50% della superficie ad un’altitudine di almeno 500 metri sul livello del mare e con una popolazione residente inferiore a 15 mila abitanti, interessati dalla norma. Di questi, 15 si trovano in provincia di Enna: Agira, Aidone, Assoro, Calascibetta, Centuripe, Cerami, Gagliano Castelferrato, Leonforte, Nicosia, Nissoria, Regalbuto, Sperlinga, Troina, Valguarnera Caropepe e Villarosa.

Abbiamo discusso di fiscalità di sviluppo, nota, in passato, come fiscalità di vantaggio per le ‘terre alte’ – ha detto nel corso del suo intervento il senatore del M5S Fabrizio Trentacoste – ma qui nessuno chiede vantaggi o favori. Una leva fiscale che va unita agli investimenti. Lo Stato e la Regione devono investire sulle aree interne, prevedendo agevolazioni per le imprese, non solo sul piano fiscale, ma pianificando anche interventi sul piano infrastrutturale e logistico“.

A causa dell’emergenza sanitaria – ha osservato il componente della commissione Agricoltura del Senato – è possibile restituire nuova linfa a questi territori, anche grazie all’opportunità offerta a coloro che possono lavorare in modalità agile nei territori di appartenenza“.

Il ddl, così come proposto dall’Assemblea regionale siciliana – ha detto Trentacoste – pone le premesse affinché imprese, lavoratori, giovani e famiglie delle aree interne possano godere di una fiscalità di sviluppo che riallinei questi territori al resto del paese, così da contrastare il fenomeno dello spopolamento e la piaga dell’emigrazione giovanile“.

Inoltre, i contenuti e le misure previste dal disegno di legge sono importanti non solo per le aree montane, ma per tutta l’economia regionale, poiché consentiranno nuove opportunità di sviluppo, dando slancio all’economia siciliana“, ha concluso Trentacoste.

 


Condividi l'articolo su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

redazione

Redazione TeleNicosia.it fondata nel luglio del 2013. La testata è iscritta al Tribunale di Nicosia al n° 2/2013.