A Barrafranca celebrazione della Giornata Internazionale della Biodiversità

Condividi l'articolo su:

Le classi terze della Scuola Secondaria di primo grado “Don Milani” dell’I.C. “S. G. Bosco” di Barrafranca hanno celebrato la Giornata Internazionale della Biodiversità 2023.

Tale Giornata viene celebrata in tutto il mondo ogni 22 maggio, per istituzione nel 2000 da parte dell’Assemblea Generale dell’ONU, ed ha lo scopo di ricordare che biodiversità è sinonimo di varietà e di equilibrata complessità, cioè della coesistenza di svariate forme di vita tutte utili reciprocamente e selezionate nel corso dei millenni.

Il tema del 2023 è «Dall’accordo all’azione: ricostruire la biodiversità», cioè partire dalla conferenza delle Nazioni Unite “COP 15”, in cui è stato adottato il Global Biodiversity Framework, per arrivare all’attuazione di tale accordo ovvero proteggere almeno il 30% delle terre, degli oceani, delle zone costiere e delle acque del Pianeta, arrestando e invertendo la perdita di biodiversità.

L’evento barrese, incluso nel Festival Nazionale dello Sviluppo Sostenibile ed inserito sul sito web dell’ONU, è stato espletato a conclusione del progetto annuale dal titolo “Alla scoperta della biodiversità della nostra città e non solo …” che mira a guidare le Alunne e gli Alunni alla comprensione dell’obiettivo 15 dell’Agenda 2030 “ La vita sulla Terra” ed a riconoscere la biodiversità, non soltanto nelle foreste tropicali o nelle barriere coralline, ma soprattutto a partire da ciò che ci circonda e che fa parte della nostra esperienza quotidiana, per favorire il rispetto della Natura e la presa in carico del rischio della perdita di biodiversità.

Le attività, oltre al lavoro propedeutico in aula -indispensabile e significativamente efficace- guidato dai docenti, hanno anche previsto: coltivazione, nel giardino della scuola, di prodotti orticoli come la fava larga di Leonforte, presidio slow food, e il cece nero siciliano; escursione naturalistica per scoprire la biodiversità del territorio visitando il Parco di Floristella-Grottacalda e la R.N.O. Rossomanno-Grottascura-Bellia, oltre a  visitare la Villa Romana del Casale di Piazza Armerina alla scoperta della biodiversità raffigurata nei mosaici del IV sec. D.C.; partecipazione al concorso fotografico “Barrafranca e la sua natura” promosso dalla scuola stessa.

Alla celebrazione a scuola sono intervenuti: Nadia Rizzo, Dirigente Scolastico, che ha porto i saluti istituzionali ed ha ringraziato gli ospiti per la loro presenza; Rosa Termine, Docente Referente del Progetto, che ha focalizzato l’attenzione sul concetto che se la varietà della vita è più ampia, ogni ecosistema reagisce meglio agli stimoli impattanti negativamente ed alle crisi ambientali; Rosa De Pasquale, componente dell’Alleanza italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) e già Capo-Dipartimento del Ministero dell’Istruzione per il “Sistema educativo di istruzione e formazione”, che ha incoraggiato gli studenti ad essere protagonisti del cambiamento ormai improrogabile, oltre a proporre spunti di riflessione; Antonio Arrabito, Dirigente Responsabile dell’Unità Operativa antincendio e progettazione opere pubbliche dell’Ispettorato Forestale, che ha evidenziato il pericolo rappresentato dagli incendi per la biodiversità e la necessità di aumentare la consapevolezza di ciò. Subito dopo, sono stati protagonisti le studentesse e gli studenti che, oltre ad offrire l’assaggio dei prodotti coltivati nell’orto scolastico, hanno condiviso azioni per la tutela della biodiversità, come “osservare comportamenti etici anche in vacanza, ad esempio non comprando souvenir fatti con osso, pelliccia o avorio, perché ciò incoraggia il bracconaggio”.

Infine, alle alunne e agli alunni partecipanti al Progetto sono stati consegnati gli attestati dell’ONU.



Condividi l'articolo su: